Accesso utenti

Nome utente:
Password:
recensito venerdì 26 maggio 2006 alle 00:00 da Alberto Fittarelli
Synchestra
Voto della redazione

La mente di Devin Townsend, si sa, deve avere disfunzioni non da poco se è capace di partorire da ormai quindici anni dischi così alterati ed alienanti, in cui la parola "genio" per una volta non va sprecata, e saltellando tra i generi come una cavalletta nell'erba: Townsend è uno di quei pochi, pochissimi artisti capaci di dire a ragione la classica frasetta "Le definizioni non mi interessano, spetta a voi della stampa inventarle".

E come dimostrarlo se non con un album che ripesca il meglio della sua produzione più rilassata, ma forse anche più schizofrenica, reinventando contemporaneamente tutto? Synchestra è infatti questo ed altro: un contenitore della parte più pacifica, intima e forse anche fragile dell'eccentrico canadese, ma anche un racconto capace di improvvisi sfoghi, di esplosioni di suoni e colori repentini ed effimeri, ma ancora più fragorosi nella quiete che lo pervade. È il rock, quello più progressivo e sperimentale, la base per questo affresco; quel rock che ha tracciato le linee guida di un album geniale (ops, viene naturale) come Infinity e che fa oggi grande una Triumph, col suo riff tipicamente metal che si apre ad un caleidoscopio di suoni in background, di arrangiamenti acustici, di tastiere lievi. Quello che schizza una goliardica Vampolka, tra le sigle dei cartoon e la polka tout-court, per poi fornire il suo contraltare 'serio' (ma si fa per dire) con Vampira, cupa come potrebbe esserlo un fumetto americano, con l'annessa quantità di ironia. Un episodio "urbano", notturno e violento (sentite lo screaming di Devin che torna a farsi sentire) volutamente inserito al centro del disco, come una nuvola temporalesca che interrompa la tranquillità di una gita in mezzo alla natura.

Natura che, con le sue atmosfere, la sua onnipresenza, la sua delicatezza, sembra essere il vero filo portante dell'album, a partire dal bucolico artwork: come non riconoscerlo in Gaia, vicina ai Pink Floyd ma ancora segnata indelebilmente dal marchio © di Townsend? O in Pixillate, in cui l'elemento umano torna a farsi preponderante, nell'andamento trascinato, a sfondo etnico, e nell'elettricità che la percorre sino alla scossa data dalla voce di donna che la squarcia? La verità è che si potrebbero spendere ore a descrivere le singole sensazioni che un album come questo provoca e visualizza, ma sarebbe probabilmente inutile. Come inutile e sterile sarebbe il soffermarsi sui particolari tecnici di un disco di Musica senza confini, che può piacere solo a chi ami l'espressione artistica in quanto tale, scevra da qualsiasi limitazione opportunistica.

Un vero gioiello, che ci lascia con delle Notes From Africa e un brivido continuato: il vero eclettismo e una capacità artistica avanti di decenni (o forse indietro, o forse semplicemente fuori dal tempo) convivono in Devin Townsend. A voi ora il compito di valorizzarlo, per non doversi sentire in imbarazzo in futuro per non averlo fatto in tempo.

Alberto 'Hellbound' Fittarelli


Devin Townsend - Vocals, Guitar, Computer
Ryan Van Poederooyen - Drums
Mike Young - Bass, Tuba, Stand-up bass
Dave Young - Keyboards, Grand Piano, Hammond, Mandolin, All guitars in "Sunshine"
Brian Waddell - Guitars

Additional musicians:
Steve Vai - guitar solo on 'Triumph'
Daniel Young - tambourine in 'Vampolka'
Rocky Milino - Dobro in 'Triumph'
Additional vocals:
Heather Robinson, Deborah Tyzio, Chris 'The Heathen' Valagao, Mike and Beav in 'Sunshine'


Tracklist:

1. Let It Roll 02:52 
2. Hypergeek 02:20 
3. Triumph 07:08 
4. Babysong 05:30 
5. Vampolka 01:36 
6. Vampira 03:27 
7. Mental Tan 02:15 
8. Gaia 06:03 
9. Pixillate 08:17 
10. Judgement 05:55 
11. A Simple Lullaby 07:09 
12. Sunset 02:31 
13. Notes From Africa 07:42
14. Sunshine and Happiness (2:35) (ghost-track)

Aggiungi un tuo commento
28 commenti - Mostrati da 1 a 20 - Pag: 1 2
heavydrum (26/05/2006 00:17)
0
signori, qui si parla di dio in persona. questo disco è un capolavoro come dev non ne sfornava dai tempi di terria (che rimane l'apice della sua incredibile arte). la prima volta che l'ho sentito sono rimasto senza fiato. la sola pixillate vale tutti i soldi spesi. splendido anche il dvd contenuto nell'edizione limitata! grandissimo deeeeev! speriamo che siano queste le qualità che passerà al nascituro!!! ahahah
the_emperor (26/05/2006 06:19)
0
Devin non delude mai.
Stefano Risso (26/05/2006 09:03)
0
e bè...praticamente un capolavoro. per me cala impercettibilmente nel finale, magari fosse stato dieci minuti più corto sarebbe stato il masismo. comunque un disco che non si discute, si ascolta e basta!!

splendida l'edizione limitata con dvd, uno dei rarai casi in cui svenarsi è solo un piacere ;-)
rulez (26/05/2006 10:57)
0
Quest'uomo è un genio ;)
sxe (26/05/2006 11:57)
0
un gran album senza ombra di dubbio... dev si riconferma, se ce ne fosse stato bisogno, un maledetto genio musicale che ogni cosa che butta fuori risulta essere un capolavoro!
darkane__81 (26/05/2006 12:05)
0
un opera d'arte come ogni cosa ke crea.sia con gli strapping young lad ke cn la devin townsend band.
TheDiamondKing333 (26/05/2006 12:18)
0
Summa dell'arte di Townsend; da Ocean Machine, ad Infinity, da Terria ad Accelerated Evolution, sono innumerevoli i riferimenti alla produzione precedente, che vengono sublimati in un unico grandissimo album e proposti con naturalezza incredibile.
Ho preferito, Terria ed Ocean Machine, dischi di una bellezza inarrivabile e praticamente perfetti (meritano 100 a mio parere), ma anche questo Synchestra va molto vicino all'ideale di bellezza Townsendiana.
Count_Ghrischnack (26/05/2006 14:05)
0
Cazzo non ci speravo molto che pubblicassero questa recensione...Cmq un immenso capolavoro di uno dei più grandi geni che gli anni 90 abbiano mai partorito...la migliore è triumph,seguita da vampira...il resto? un semplicissimo capolavoro..
Sir (26/05/2006 15:05)
0
Ascoltato da tempo... Sublime
nightflyer (26/05/2006 17:00)
0
ma che spettacolo di disco! e io che non li conoscevo..maledetta ignoranza...grazie recensore, grazie TM!
yeah (26/05/2006 17:20)
0
Devin è semplicemente geniale.
E' incredibile come sforni in continuazione prodotti così diversi tra loro e di così alta qualità.
Questo è "semplicemente" l'ultimo tassello, spero solo che continui così più tempo possibile.
Grazie Devin!!!
(e congratulazioni per il marmocchio in arrivo! ;-P)
revo (26/05/2006 17:36)
0
Personalmente non mi è piaciuto. Troppo prolisso e dissonante. Non c'è nulla da fare, i miei gusti sono incompatibili con la musica di Townsend.
HHeretiKK (26/05/2006 18:02)
0
abbasso leggereente poichè ritengo accelerated evolution il massimo ....a mio avviso... però un album sopra le righe come pochi in giro se ne trovano...

devin si riconferma uno dei migliori musicisti poliedrici in circolazione!
gasko (26/05/2006 18:44)
0
Su questa terra esiste ancora qualcuno che fa MUSICA.
KILLER QUEEN (26/05/2006 19:29)
0
SONO UNA VOCE FUORI DAL CORO. HO LA DISCOGRAFIA DEL BUON DEVIN, ESCLUSI GLI SYL.
QUESTO PER ME E' IL PEGGIOR ALBUM DEL CANADESE, TEDIOSO, RIPETITIVO E INCERTO. ASSOLUTAMENTE INCOMPARABILE CON TERRIA, UN DISCO CHE DIRE GENIALE E' POCO, MI HA PROCURATO EMOZIONI INCREDIBILI, ANCOR PIU' SUPERIORI AGLI ALTRI. E CREDO DI ESSERE STATO IL SOLO ALL' EPOCA AD AVERLO VOTATO COME DISCO DELL' ANNO...
INTERESSANTE QUESTO CD NELL' EDIZIONE LIMITATA, CON IL BUONS LIVE DVD DA STUDIO ASSOLUTAMENTE GRANDIOSO CON UNA SPECIE DI GREATEST HITS LIVE...
RIPETO, HO ASCOLTATO QUESTO DISCO ALMENO 15 VOLTE (ROBA RARISSIMA PER ME, ANCHE PERCHE' ACQUISTO ALMENO 15 CD AL MESE), HO PROVATO IN AUTO, IN CUFFIA, DI TUTTO, MA NON HA FUNZIONATO. PER ME NON VALE QUELLO CHE TANTI HANNO VOTATO, MA, DE GUSTIBUS.
Suennio (26/05/2006 20:27)
0
Devin é Dio :-D
damned (26/05/2006 21:56)
0
gran bel disco... veramente eccezzionale
iampoppo (27/05/2006 01:19)
0
direi... ...geniale!
zappa (27/05/2006 02:21)
0
bellissimo.(punto)
Triumph (27/05/2006 17:14)
0
Tocco di classe nel carrozzone metal-prog!magari puzza un pò di gìà sentito,ma cazzo,ben venga tutte le volte!quegli album che fatichi a smettere di ascoltare
28 commenti - Mostrati da 1 a 20 - Pag: 1 2
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
Tutti i loghi e i marchi in questo sito sono proprietà dei legittimi registratari. Gli utenti sono responsabili per ogni commento.
Copyright Truemetal.it 2001-2014 - Ringraziamo chi ci ha copiato
Clicca per i dettagli