1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Mailorder 2.0 (liste e spiegazioni a prova di idiota)

Discussione in 'Sondaggi' iniziata da Pepsis, 14 Febbraio 2013.

  1. Pepsis

    Pepsis
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    21 Dicembre 2009
    Messaggi:
    6.412
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.138

    14 Febbraio 2013

    Nuovo thread sui mailorder, con liste aggiornate, link funzionanti e spiegazioni su Paypal, Postepay e quant'altro.

    Per far funzionare la cosa e tenere il thread sempre aggiornato dovremmo tutti contribuire consigliando i siti che conosciamo, dando pareri, proponendo modifiche, ecc...

    [HR][/HR]
    Metal Mailorder

    Per iniziare ecco una lista generica di mailorder divisi per paese di origine. Cercherò di tenerla aggiornata nel corso del tempo, aggiungendo nuovi mailorder e mantenendo i link funzionanti.
    Prossimamente inoltre inserirò per ogni mailorder i generi maggiormente trattati, più qualche commento e una sorta di feedback basato sulle nostre esperienze.

    Ho preferito dividere i siti, oltre che per stato, per continente, tenete infatti conto che per le spedizioni da oltreoceano i tempi di attesa sono molto più lunghi e in generale le spese di spedizione sono più elevate (soprattutto in quest'ultimo periodo le spese di spedizione dagli USA sono state enormemente aumentate).
    Ricordate inoltre che sui pacchi provenienti da paesi extra-UE (fra cui anche Svizzera, Russia, ecc...), se molto voluminosi o di importo elevato, potrebbero essere applicati dei dazi dalla dogana.


    America

    -Brasile

    -Canada

    -Messico

    -USA



    Asia

    -Giappone


    -Singapore




    Europa

    -Austria

    -Estonia

    -Finlandia

    -Francia

    -Germania

    -Grecia

    -Irlanda


    -Italia

    -Lituania

    -Olanda

    -Polonia

    -Repubblica Ceca


    -Russia


    -Slovenia

    -Spagna

    -Svezia

    -Svizzera

    -Ucraina

    -UK



    Oceania

    -Australia


    [HR][/HR]
    Mailorder generici e marketplace

    Questi mailorder non si dedicano solo alla vendita di CD, ma vendono un po’ di tutto. Inoltre non vendono solo in proprio, ma funzionano anche (o solo) da mercato online (appunto “marketplace”) dove vari venditori affiliati possono vendere i loro prodotti, usando come tramite il sito principale.
    Avendo sedi un po’ ovunque in Europa e America, e avendo a che fare con venditori affiliati provenienti da tutto il mondo, mi sembra superfluo differenziare i marketplace in base al paese di origine come per i precedenti mailorder.

    I più importanti sono:

    -Amazon (.co.uk, .it, .com, .de, .fr, ecc…)

    -Audioglobe

    -Blow It Outa Here! (negozio eBay omonimo: Blow It Outa Here, gestito da: Blowitoutahere) (spedisce solo dagli USA)

    -CD And LP

    -CD Baby

    -CD Universe

    -CDon

    -Discogs

    -EMP (EMP-online.it, .com, ecc…)

    -Gemm

    -Grooves-Inc

    -IBS

    -Musik Stack

    -Negative

    -Play.com

    -Record Shop X

    -Self Distribuzione

    -Tower Records (utile per trovare le edizioni giapponesi dei CD)

    -WOW HD



    [HR][/HR]
    eBay

    Al giorno d’oggi, con tutti i mailorder che ci sono in giro e che spuntano come i funghi, eBay è passato in secondo piano, ma è ancora un utile strumento per cercare CD rari a buon prezzo.

    Attenti però ai venditori, perché in giro ci sono molti rivenditori di bootleg. Altri invece vendono tonnellate di roba originale, ma a prezzi esorbitanti.
    Inoltre non buttatevi subito nelle aste appena le trovate, informatevi sul venditore che le conduce, osservate come vanno, e cercate in ogni modo di non andarci fregati.
    Mentre con quasi tutti i mailorder potete comprare tranquilli senza porvi troppe domande, su eBay dovete andare con i piedi di piombo, perché è una vera e propria baia di pirati pronti a farvi le scarpe.

    I venditori più affidabili con un buon catalogo con i quali potete fare affari senza troppi timori sono:

    Diffidate invece dei seguenti, che vi rifileranno solo copie fasulle:

    Riguardo le aste, molti avranno sentito parlare (o magari visto all’opera) i cosiddetti “cecchini” (sniper), ovvero quei tizi che se hanno partecipato alla vostra stessa asta avrete sicuramente maledetto in 20 lingue per aver piazzato un offerta più alta della vostra a 3 secondi dallo scadere del timer.
    Gli sniper sono appunto coloro che piazzano la loro offerta subito prima dello scadere dell’asta, in modo che non possa essere rilanciata. Ora, diciamocelo, questo è a conti fatti il metodo più sicuro per vincere un asta, secondo solo al piazzare un’offerta di 100€ su un oggetto che ne vale 10.

    Ci sono 2 modi per cecchinare un’asta su ebay:
    -manualmente: ovvero state piazzati davanti allo schermo finché l’asta non scade, aggiornando continuamente la pagina e piazzando voi stessi la vostra offerta a 10 secondi dal termine.
    -usando un programma: io consiglio JBidWatcher. Una volta installato sul PC, tramite il programma vi collegate a eBay immettendo i vostri dati (il programma non li trasmette a nessuno quindi andate sul sicuro) e impostate quanto volete puntare e a quanti secondi dallo scadere del timer. Vi andate a fare un caffè e quando tornate il programma ha fatto tutto lui, cecchinando l’asta per voi.

    Altra tecnica di sniping proposta è quella di fare 2 offerte consecutive a pochi secondi di distanza l'una dall'altra (sempre poco prima dello scadere dell'asta), con un margine di prezzo abbastanza largo tra le due. Cosa succede in questo caso?
    Gli altri partecipanti all'asta, vedendo la prima offerta, cercheranno di rilanciarla di poco, ma in questo frangente di tempo voi piazzerete la seconda offerta, più alta, vanificando i loro sforzi e non dando loro tempo per rilanciare una seconda volta.

    Mi raccomando invece, non affidatevi MAI a siti terzi che vi chiedono i vostri dati di accesso a eBay per piazzare le offerte al posto vostro, perché sono quasi sempre truffe travestite.




    [HR][/HR]
    Paypal

    Paypal è un servizio online a cui ormai si affidano quasi tutti i siti di mailorder per ricevere i pagamenti.

    Su Paypal basta creare un account e registrare la propria carta di credito/debito, poi basterà dare il proprio indirizzo Paypal al sito che volete pagare, e confermare il pagamento immettendo la vostra password, per inviare un pagamento “sicuro”.
    In pratica, una volta che registrate il numero della vostra carta sul sito, il numero resta lì e non dovrete più digitarlo da nessuna parte (esclusi quei siti che hanno un loro sistema di pagamento, come Play.com). Il sito effettua il pagamento per conto vostro prelevando il denaro dalla carta che gli avete associato e versandolo sul conto del venditore, o ricevendo pagamenti da terzi e versandoli direttamente sul conto della carta associata

    Noterete che sul sito di Paypal comprare un saldo. Questo saldo, a meno che non siate voi stessi dei venditori che si fanno accreditare denaro su Paypal, resta sempre a 0.
    In molti chiedono spesso “perché il saldo è 0 anche se ho associato al sito una carta con 50€ sul conto?”, oppure “perché dopo che Amazon (sito a caso) mi ha fatto un accredito, il saldo Paypal resta a 0?”.
    La questione è semplice: il saldo Paypal è slegato da quello della carta che associate al sito. Il sito funge solo da tramite, ovvero preleva da voi per versare ad altri, o preleva da altri per versare a voi, ma non deposita nulla presso il suo conto a meno che voi stessi non gli chiediate di farlo. Ergo, se avete associato una carta con 50€ sul conto, il vostro conto avrà sempre 50€, ma essendo il conto di Paypal un conto esterno questo non verrà influenzato da quanti soldi avete sulla carta, e resterà sempre a 0.

    Il bello di Paypal, oltre al totale anonimato dei vostri dati finanziari ogni volta che pagate qualcosa, è che siete “assicurati”.
    Se venite truffati, ovvero non ricevete la merce, o ricevete altro, potete aprire una controversia tramite Paypal, i cui dipendenti si occuperanno di contattare la vostra controparte e raccogliere informazioni, e nel peggiore dei casi vi rimborseranno il denaro perso (e se il venditore è nel torto, al 100% otterrete il vostro rimborso).
    Potete contattare Paypal in cerca di aiuto tramite il centro risoluzioni.

    Quelle riportate sopra sono solo le principali e più importanti funzioni di Paypal per chi intende fare acquisti su internet. Il sito però offre anche molte altre funzioni, per le quali vi consiglio di informarvi direttamente leggendo le apposite FAQ.




    [HR][/HR]
    Postepay e altre carte prepagate

    Per acquistare su internet serve un conto, o quantomeno una carta di credito.
    Siete minorenni e non potete stipulare un conto? Siete dei pericolosi criminali a cui è stato interdetto l’accesso in banca? Avete vissuto fin ad oggi in Zambia e non avete idea di come funzionino conti e carte di credito?
    Nessun problema, andate alle Poste e alla modica cifra di 5€ potrete acquistare una carta prepagata, nello specifico la carta Postepay.

    La Postepay è una carta prepagata, ovvero diversamente dalle carte di credito, non è collegata a un conto legato alle Poste o a una banca. Ha invece una specie di conto autonomo, un plafond di 3000€ (ovvero “nella carta” potete caricare al massimo 3000€), un limite di prelievo giornaliero di 250€, e nessun limite di pagamento.
    Ricaricarla costa 1€ alle Poste, e 2€ nelle tabaccherie convenzionate, inoltre ricordate che per la ricarica è necessario il codice fiscale del proprietario (quindi se volete ricaricare la Postepay di qualcun altro, ricordate che vi serve il suo codice fiscale).
    Il prelievo costa 1€ alle Poste e 1,75€ in qualunque altro sportello automatico.

    Tutti i movimenti effettuati con la Postepay possono essere controllati sul sito attivo 24 ore su 24. Qui noterete che vi sono 2 saldi, il saldo “contabile” e il saldo “disponibile”. Le domande più frequenti che vengono poste sono “i 2 saldi sono diversi” oppure “ho effettuato (ricevuto) un pagamento ma sulla carta ci sono ancora (non si sono più) soldi”. E’ bene dunque chiarire la differenza tra saldo disponibile e contabile.
    Ogni volta che volete sapere quanto denaro avete ancora disponibile, dovete controllare il saldo disponibile. Quel saldo è “disponibile” proprio perché vi dice quanto denaro ancora c’è a vostra disposizione sulla carta.
    Del saldo contabile non deve fregarvi nulla, quel saldo varia in base alla data di fatturazione di ogni pagamento (di solito 2-3 giorni), ergo sarà uguale al saldo disponibile solo 2-3 giorni dopo ogni transazione. Non preoccupatevi dunque se i 2 saldi sono differenti, è normale.

    ATTENZIONE
    DIFFIDATE SEMPRE quando ricevete email dalle Poste Italiane o dal sito della Postepay che vi chiedono i vostri dati, o vi reindirizzano ad altri link. Quasi sempre si tratta di phishing (truffa informatica), quindi per nessun motivo, MAI, inserite i vostri dati nei link forniti da queste email, né rispondete. I link sono sempre fasulli e vi reindirizzano a siti fatti ad arte solo per rubarvi i dati. Se invece per qualche motivo comunicate direttamente i vostri dati rispondendo all'email, beh, avete risparmiato ai ladri anche la fatica di imbastire un sito fake...
    Per le comunicazioni importanti le Poste non contattano nessuno via email, ma appunto via posta. Inoltre non chiedono MAI i dati sensibili, perché li hanno già registrati nel proprio database.
    Per quanto queste email possano essere ben scritte e riportare dati veritieri, diffidate sempre e proteggete i vostri dati.


    Oltre alla carta Postepay esistono anche altre carte prepagate, fra cui per esempio la carta Paypal, o la carta Superflash dell’Intesa San Paolo, per le quali però vi rimando ai relativi siti.
    Il funzionamento di base è comunque identico a quello della Postepay, con eventuali differenze riguardanti il plafond, i limiti di prelievo e pagamento, o la/le password richieste per i pagamenti.




    [HR][/HR]
    Edizioni Icarus Music e Del Imaginario Discos

    [​IMG]

    Capita spesso, comprando nei vari mailorder a prezzi irrisori (1 cent, 1€, 5€ ecc…), di ricevere CD pubblicati da una di queste 2 fantomatiche etichette argentine. E’ bene tranquillizzare gli animi e sfatare un mito.
    Le edizioni Icarus Music e Del Imaginario Discos NON sono bootleg, ma sono edizioni originalissime licenziate dall’etichetta madre (spesso una grossa etichetta europea o americana) a queste 2 etichette argentine, per la pubblicazione in Sud America.
    Le edizioni IM e DID sono tali e quali a quelle nostrane, stessi disegni, stesse serigrafie, stessi artbook, e soprattutto qualità delle registrazioni assolutamente identica. Unica differenza è il logo della casa licenziata in bella vista, e il prezzo spesso molto più basso di quello dei CD prodotti dalle case madri (quindi capite bene che c’è solo da guadagnare).
    Ergo, se pagate 1€ un CD che ovunque trovate a 10€, non stupitevi di ricevere poi un edizione argentina, e soprattutto non prendetevela a male, ma anzi benvenuti nel nostro rinomato club!

    In ogni caso, se proprio non vi vanno giù le edizioni argentine, prima di comprare un CD controllate nel catalogo delle etichette se il CD in questione è in lista. Se non c'è allora comprate tranquilli, perché l'edizione argentina di quel CD non esiste. Se invece è in lista attenti a cosa comprate e chiedete informazioni dettagliate al venditore. Diffidate in questo caso di venditori affiliati di Amazon come Dodax, Mecodu e Nagiry, noti per la vendita delle edizioni argentine.

    P.S.: chiedete a Reign o a Marcio per la giubba ufficiale del club :hihi:




    [HR][/HR]
    Bootleg

    Ormai comprando dai mailorder capita molto raramente di ricevere edizioni fasulle stampate/registrate ad arte, ovvero dei bootleg. Succede invece spesso di andarci fregati comprando dai venditori sbagliati su ebay.
    Per riconoscere un bootleg al giorno d’oggi non basta più affidarsi alla qualità della stampa dell’artbook e del CD, né alla registrazione in se, perché appunto sono fatti ad arte. Potete però controllare i vari codici che identificano specificamente ogni CD.

    I codici rilevanti sono:
    • EAN (European Article Number): ovvero il numero che trovate sotto il codice a barre. Notate bene che i CD autoprodotti spesso non hanno codice a barre e quindi neanche EAN.
    • Numero di Catalogo (Catalogue Number): il codice che trovate scritto sul fianco della confezione del CD (ma anche sul CD e sull’artbook). Come si intuisce facilmente dal nome, identifica quella determinata edizione di quell'album all’interno del catalogo dell’etichetta che l’ha pubblicato.
    • Codice di Matrice (Matrix Number): un codice alfanumerico inciso sul lato leggibile del CD, nella parte più interna attorno al buco. E’ anche questo specifico per ogni edizione di ogni CD.
    • Codice IFPI (International Federation of the Phonographic Industry): è inciso dalla stessa parte del Codice di Matrice. La presenza di questo codice vi da la certezza assoluta che il vostro CD sia originale (perché ad oggi sembra non sia mai stato falsificato), tuttavia è stato introdotto solo nel 1994, quindi non potrete farvi affidamento per CD pubblicati precedentemente a quell’anno.

    Alcuni siti utili per controllare i suddetti codici sono:

    Notate bene che se la vostra edizione non compare su quei siti, non significa tuttavia che sia sicuramente un bootleg, potrebbe anche essere un’edizione che nessuno ha ancora inserito nel database.
    Nel caso siate certi dell'originalità del materiale in vostro possesso, per favore inseritelo nei database. Discogs è in inglese, quindi non dovrebbe crearvi grossi problemi, per Musik Sammler invece vi allego questa guida scritta da Helstar tempo fa:

    Dopo esservi iscritti al sito:
    1) Nel menù a sinistra cliccate su "Dateneingabe";
    2) Inserite il codice EAN (se non c'è continuate premendo su "Dieser tonträger besitzt keine EAN-Nummer"). Premete su "Alle Daten speichern" (questo passaggio sara' implicito alla fine di ogni pagina). Se il sito vi dà un errore non è un problema, continuate come se il CD non avesse l'EAN (come spiegato prima), potrete comunque aggiungere il codice successivamente. L'errore viene rilevato perché il codice è in formato errato (capita spesso);
    3) Se il codice è già in archivio il sito vi chiederà di confermare che il CD non sia già listato, per continuare cliccate dunque su "Nein, die Daten unterscheiden sich. Es handelt sich definitiv um einen anderen Tonträger";
    4) Se state inserendo un normale album cliccate su "Normales album", se invece è un sampler o uno split allora selezionate una delle altre due opzioni;
    5) "Nachname Künstler / Bandname": nome della band. Attenzione, se nel nome ci sono caratteri speciali è meglio che facciate un copia e incolla, altrimenti il sito creerà una nuova band.
    "Künstlervorname": prefisso dell'artista (ad esempio per Gary Moore mettete "Gary", per The Storyteller scrivete "The").
    "Albumtitel": titolo dell'album (stesso discorso di prima sui caratteri speciali).
    "Musikrichtung": genere musicale e sottogeneri (sono possibili scelte multiple)
    "Tonträger": specificate se si tratta di un CD, mini-CD, demo, promo, ecc... ;
    6) Numero di CD (2 per un doppio CD, 3 per un triplo, ecc...);
    7) Se si tratta di una band già esistente il sito vi fornisce una lista degli album di quella band per poter selezionare agevolmente;
    8) (Pagina opzionale) Ennesima domanda sulla sicurezza che non sia un doppione già esistente nel database, confermate quindi cliccando su "Nein, die Daten unterscheiden sich. Es handelt sich definitiv um einen anderen Tonträger";
    9) "Jahr Tonträger-Veröffentlichung": anno di uscita (se non lo sapete inserite 0).
    "Veröffentlichungsjahr Album": anno di ristampa (se non lo sapete non scrivete nulla).
    "Herstellungsland": Nazione di fabbricazione del CD (NON nazione della band. Se non lo sapete scegliete "Unbekannt").
    "Plattenfirma": etichetta di stampa (se non la sapete scegliete "Unbekannt").
    "Eigenproduktion: specificate se si tratta di una stampa autoprodotta dalla band.
    "Plattenfirma": selezionate l'etichetta del CD.
    "Neue Plattenfirma": se si tratta di un'etichetta non in lista, inserite qui il nuovo nome.
    "Katalog-Nr": numero di catalogo.
    "Songs auf CD": numero di tracce sul CD ("tracce", non canzoni, quindi ricordate che le suite se divise contano per più tracce).
    "Besonderheiten": altre informazioni varie, tra cui "Erstauflage" che vuol dire prima stampa, remix, bootleg, ecc... (sono possibili scelte multiple).
    "Disc-ID": non ne ho idea, si riferisce all'archivio Freedb credo, mai usato personalmente... ;
    10) Inserite la tracklist e la durata delle tracce (quelle reali del CD, e non quelle scritte nel retrocopertina), con l'indicazione "strumentale", "cover", "live", ecc... Questa parte può essere copiata da un disco già esistente tramite l'ID. (Notate bene che questi dati possono essere inseriti anche in seguito, come anche la maggior parte dei dati sopracitati);
    11) Eventuali note (codici vari);
    12) Schermata di conferma;
    13) Upload della copertina: la cosa migliore sarebbe fare una scansione del proprio CD, ma più agevolmente si può inserire l'URL del link diretto e poi premere "laden". La parte successiva richiede dei dettagli superflui (data d'acquisto, prezzo, condizioni, ecc...).

    Il tasto per eventuali successive modifiche è "Daten: Korrigieren". Non c'è una data limite di correzione.

    Siti e venditori noti per la vendita di bootleg (di cui quindi dovreste diffidare) sono:

    Inoltre ecco una lista dei bootleg più diffusi.

    Occhio.
     
    #1
    Ultima modifica: 2 Settembre 2013
    A Thrashead, ThrashMetalHell, MF_Metal e ad altre 16 persone piace questo elemento.
  2. Pepsis

    Pepsis
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    21 Dicembre 2009
    Messaggi:
    6.412
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.138

    14 Febbraio 2013

    Mi riservo il secondo post per eventuali aggiunte e/o commenti.



    Al momento gran parte dei siti segnalati trattano principalmente death e thrash metal, perché sono quelli con cui personalmente ho avuto a che fare e di cui ho letto nel thread, mentre sono ancora davvero pochi quelli che che si occupano di rock, heavy, power, ecc… quindi se ne conoscete dovreste segnalarmeli in modo che possa inserirli in lista.

    Attendo la vostra collaborazione e apporterò di conseguenza le dovute modifiche.



    Ringrazio qui chiunque contribuisce ad aggiornare l'OP suggerendo aggiunte e modifiche! :grin:
     
    #2
    Ultima modifica: 8 Marzo 2013
    A elpata86 e ReignInBlood_1986 piace questo messaggio.
  3. Thrashead

    Thrashead
    Expand Collapse
    Ki Ki Ki Ma Ma Ma

    Registrato:
    23 Dicembre 2010
    Messaggi:
    22.935
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.636

    14 Febbraio 2013

    #3
    A Pepsis piace questo elemento.
  4. Vittorio

    Vittorio
    Expand Collapse
    Vergogna! È vergognoso!
    Membro dello Staff Moderatore

    Registrato:
    15 Marzo 2006
    Messaggi:
    28.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    15.053

    14 Febbraio 2013

    TPL Records Webshop

    Metal Mailorder svedese provato una volta sola il mese scorso, ma puntuale, cortese e affidabile.
     
    #4
    A Pepsis piace questo elemento.
  5. Vittorio

    Vittorio
    Expand Collapse
    Vergogna! È vergognoso!
    Membro dello Staff Moderatore

    Registrato:
    15 Marzo 2006
    Messaggi:
    28.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    15.053

    14 Febbraio 2013

    Dovresti forse aggiungere che Nero666 altri non è che l'ebay store di Giuliano Mazzardi, mastermind della My graveyard records e metal mailorder.
     
    #5
  6. mariottide666

    mariottide666
    Expand Collapse
    Marcinortt

    Registrato:
    3 Agosto 2009
    Messaggi:
    38.335
    "Mi Piace" ricevuti:
    23.758

    14 Febbraio 2013

    Mi è arrivata la maglietta dei portal da Hells Headbangers (USA) in 27 giorni, segnaliamolo brutalmente :sisi:


    P.s. ottima introduzione :pray:
     
    #6
  7. Pepsis

    Pepsis
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    21 Dicembre 2009
    Messaggi:
    6.412
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.138

    14 Febbraio 2013

    Ottimo, questa mi mancava :già:

    Grazie :D

    Pensavo l'avessi ordinata dalla Profound Lore :sgrat:
     
    #7
    Ultima modifica: 14 Febbraio 2013
  8. mariottide666

    mariottide666
    Expand Collapse
    Marcinortt

    Registrato:
    3 Agosto 2009
    Messaggi:
    38.335
    "Mi Piace" ricevuti:
    23.758

    14 Febbraio 2013

    #8
  9. Vittorio

    Vittorio
    Expand Collapse
    Vergogna! È vergognoso!
    Membro dello Staff Moderatore

    Registrato:
    15 Marzo 2006
    Messaggi:
    28.629
    "Mi Piace" ricevuti:
    15.053

    14 Febbraio 2013

    Se fatto bene questo topic può diventare il topic dell'anno. Vedo di parlare con gli admin se può diventare "sticky".
     
    #9
  10. HeavyGabry

    HeavyGabry
    Expand Collapse
    Faggot 'till death!

    Registrato:
    26 Settembre 2009
    Messaggi:
    6.620
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.812

    14 Febbraio 2013

    Sì, ma non solo. :sisi:
    Nel senso (ma questo verrà inserito in un secondo momento tramite i feedback per entrare nel vivo dei singoli mailorder dove ce ne fosse bisogno) che nel suo caso bisogna diffidare delle indicazioni nulle o generiche nelle schede dei singoli dischi. In caso contrario vende dischi originali.
    Da parte mie gli ultimi acquisti sono:

    Necrophobic - Fears; da non confondersi con gli Svedesi omonimi, trattasi di un gruppo Thrash polacco dei primi anni '90. Presi da un privato in cassetta su Ebay.
    Time Machine - Reviviscence; un tempo dei portabandiera del Prog nazionale, hanno qualcosa che mi spinge ad approfondirli anche se credo di non essere ancora entrato totalmente nella loro ottica.
    Dammercide - Link; tra gli ultimi alfieri dell'ondata Techno Death che aveva investito anche l'Italia con band come Sadist, Aydra ed Algophobia. Nonché unica band italiana ad essere citata (cosa molto singolare contando che subito dopo sono scomparsi) sulla celeberrima enciclopedia Metallus. Questi due dischi li ho presi da una rivenditrice greca fidatissima.

    Infine, i dischi in attesa di conferma da Grooves Inc.:

    Believer - Sanity Obscure; i primi tre sono tra le massime espressioni del Thrash tecnico e progressivo. Punto.
    Despair - History Of Hate; In occasione dei 25 anni dalla pubblicazione la Century Media si è decisa a ristampare almeno questo in doppio disco e così ho completato la discografia. :happy:
    Afflicted - Prodigal Sun; Techno-Death svedese, ma solo in questo album. Consigliatissimo.
    Sadus - A Vision Of Misery; altro classicone. :guitar:

    Su Grooves dovrebbero ancora esserci dei cataloghi scontati in parte, tipo Metal Mind, Roadrunner, Massacre e Peaceville. Fatevi un giro finché rimane qualcosa. :sisi:
    :applause: Ottima introduzione comunque, Pepsis. Aggiungi anche questo link alla lista USA: Tribunal Records/Divebomb Records
     
    #10
    Ultima modifica: 14 Febbraio 2013
  11. Thrashead

    Thrashead
    Expand Collapse
    Ki Ki Ki Ma Ma Ma

    Registrato:
    23 Dicembre 2010
    Messaggi:
    22.935
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.636

    14 Febbraio 2013

    buono a sapersi, personalmente credevo che vendesse solo bootleg
     
    #11
  12. Blitz

    Blitz
    Expand Collapse
    < Ghost in the Ruins >

    Registrato:
    30 Agosto 2011
    Messaggi:
    14.609
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.380

    14 Febbraio 2013

    Magnifico! Un grande applauso ;)

    Per quanto riguarda i seller affidabili di Ebay, consiglio l'utente undergroundpower-metal.
    Seller tedesco, onestissimo e precisissimo.
    Spedizione velocissima e cd ricevuti sempre in ottime condizioni.

    Contro: alcuni prezzi non proprio popolari
    Pro: affidabilità, onestà, velocità, catalogo fornitissimo (si trovano anche alcune rarità come, a suo tempo, Black Future dei Vektor o più recentemente l'omonimo degli Arachnid, ristampa limitata a 500 copie).

    ;)
     
    #12
  13. gianlucadr

    gianlucadr
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    3 Marzo 2010
    Messaggi:
    12.624
    "Mi Piace" ricevuti:
    4.409

    14 Febbraio 2013

    Grande Pepsis! Lavoro fantastico!
     
    #13
  14. Hypno

    Hypno
    Expand Collapse
    Pink Beatles in a Purple Zeppelin

    Registrato:
    25 Aprile 2007
    Messaggi:
    8.780
    "Mi Piace" ricevuti:
    6.899

    14 Febbraio 2013

    Grande Pep! Ottimo lavoro. La parte su Icarus mi ha spezzato :rotfl:

    Vedo che manca la Russia! :D Puoi tranquillamente aggiungere questi due come venditori stra-affidabili:


    - cd-russia (ebay: bobarod)

    - soundage


    Comunque, oggi ho fatto un saltino al Mediaworld di Curno...

    [​IMG]

    :nono:
     
    #14
  15. Pepsis

    Pepsis
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    21 Dicembre 2009
    Messaggi:
    6.412
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.138

    14 Febbraio 2013

    Grazie a tutti, ma ci voleva :D

    Oh il thread è pure in rilievo ora, ringrazio Vittorio se è stato lui a richiederlo :D

    Aggiorno tutto nella prossima ora con i nuovi link che mi avete dato.

    @Heavygabry: la Divebomb l'avevo già aggiunta, poi mi sono accorto che il loro negozio si appoggia direttamente a quello della Tribunal, così ho preferito lasciare solo quello. Prossimamente comunque gli aggiungerò una nota accanto che dice appunto che la Divebomb lo usa come proprio store :sisi:



    P.S.: il vecchio thread è stato chiuso a soli 7998 messaggi, forse avremmo dovuto farlo arrivare a 8000 per onorare la sua chiusura :( :rotfl:
     
    #15
    Ultima modifica: 14 Febbraio 2013

Condividi questa Pagina