Black Sabbath: Tony Iommi: "lavorare con Ronnie dopo la separazione con Ozzy ci ha fatto ripartire"

inserito da
Black Sabbath: Tony Iommi: "lavorare con Ronnie dopo la separazione con Ozzy ci ha fatto ripartire"

Tony Iommi ha recentemente parlato con Planet Rock della decisione dei BLACK SABBATH di separarsi da Ozzy Osbourne nel 1979 e sostituirlo con Ronnie James Dio.

 

"Penso che il problema principale sia iniziato dalla droga", ha ricordato Iommi sugli eventi che hanno portato alla divisione con Osbourne. "Eravamo in giro da un po 'a quel punto e abbiamo fatto molti tour. Era arrivato al punto in cui avevamo bisogno di fare un altro album. E poi siamo andati a Los Angeles per realizzarlo. E ci hanno dato una casa a Los Angeles, ci siamo stati per 11 mesi a provare. Non avevamo fatto nulla, fondamentalmente. Avevamo tirato fuori un sacco di riff e roba, ma in realtà non avevamo fatto niente per quanto riguarda il mettere insieme le canzoni. Perché tutto stava andando in pezzi. Tutti andavano nelle loro stanze individuali. E alla fine della giornata, era tutto semplicemente disastroso - non stavamo producendo nulla. È stato molto difficile. Dovevamo fare qualcosa. Ero io che aggiornavo la casa discografica e loro dicevano:
"Come vanno le prove? Come vanno le composizioni?'
Mentivo e rispondevo 'Oh, alla grande.'.
"Quando riusciamo a sentire qualcosa?"
Oh, molto presto." 
Non avevamo nulla. Avevamo alcune idee musicali, ma non molte idee vocali. E Ozzy stava probabilmente attraversando un momento davvero imbarazzante... Ci siamo semplicemente messi sotto pressione: "Dobbiamo fare qualcosa".
Il denaro stava volando fuori dalla finestra. Costava una fortuna rimanere lì. Tutto stava per finire e abbiamo detto: "Bene, che cosa faremo? O finisce qui o dobbiamo provare a trovare un altro cantante."
Avevamo già avuto questo problema leggermente prima di partire. E Ozzy aveva lasciato la band per un breve periodo e per poi tornare. Ma a Los Angeles è arrivata una crisi e tutto è finito
".
 

"Certamente non poteva continuare a quel punto. Andava sempre peggio. Eravamo tutti così giù allora. Avevamo bisogno di qualcosa che ci aiutasse davvero. E così quando abbiamo sostituito Ozzy con Dio ci ha davvero fatto ricominciare da capo. Avevamo qualcuno che era entrato con qualche input. E cantava per i riff che avevamo. Perché è un po' deludente quando arrivi con tutti questi riff e non ci fai niente, non realizzi canzoni. Quindi quando Ronnie è entrato e gli ho suonato un paio di riff, subito ha iniziato a cantarli. Vivevamo tutti nella stessa casa a Bel Air. Nel garage, l'abbiamo trasformato in uno studio.  Lì abbiamo costruito uno studio. Quindi andavamo lì e suonavamo. Quando è arrivato Ronnie abbiamo suonato dal vivo ed è stato grandioso - ha cantato ed è stato fantastico. Ed è stato un approccio totalmente diverso. Non appena Ronnie è stato coinvolto, anche la scrittura è cambiata, perché sono stato in grado di suonare in un modo diverso, per qualche motivo. Mentre Ozzy cantava molto sui riff e seguiva il riff, Ronnie cantava anche sugli accordi. Era qualcosa di buono, perché potevi avvicinarti alle canzoni in modo diverso. Ed eccoti qui con un cantante che non sai dove potrà arrivare. Ed è eccitante, perché puoi suonare qualcosa e puoi sentirlo prendere una direzione che normalmente non riconosceresti... Più tardi, Ronnie ha iniziato a suggerire idee. Non tanto all'inizio, perché era ovviamente nuovo e non voleva turbare la band. Penso che "Children Of The Sea" sia stato il primo pezzo sul quale ha cantato. Avevamo quel riff da un po ', e lui l'ha cantato. Ed è stato davvero bello."