Machine Head: secondo Phil Demmel la band è diventata un progetto solista di Robb Flynn

inserito da
Machine Head: secondo Phil Demmel la band è diventata un progetto solista di Robb Flynn

Phil Demmel ha dichiarato che i Machine Head sono diventati un progetto solista di Robb Flynn. Il chitarrista ha annunciato la sua uscita dalla band in ottobre, spiegando al momento che voleva "allontanarsi e fare qualcos'altro musicalmente". Phil ha completato lo scorso autunno il "Freaks & Zeroes Tour" di Flynn prima di lasciare ufficialmente il gruppo.

Durante un'intervista con il podcast "Talk Toomey", Demmel ha approfondito le sue ragioni:

"Non ho intenzione di parlare male di Robb. Penso che sia un musicista fantastico, e i 15 anni passati insieme sono stati fantastici. Gli ultimi anni non lo erano più, semplicemente non lavoravamo più come un gruppo. Penso che Robb si sia allontanato dal modo di essere una band. Ha seguito il suo percorso, senza chiederci se volevamo fare altrettanto, senza fare le cose tutti insieme. Ha semplicemente tirato dritto."

Secondo Demmel, lui non è stato minimamente coinvolto nella realizzazione dell'ultimo album "Catharsis" del 2018 , un disco che dice di "odiare". Ha spiegato:

"Ho composto la maggior parte della musica di "California Bleeding", ma poi Robb ci ha scritto sopra il testo, e... Io e Dave McClain ne abbiamo parliamo, e gli ho detto 'Cazzo, vorrei poter riavere indietro miei riff! No, non volevamo fossero usati per questa roba." Quindi ho pensato che tutto fosse diventato un progetto solista di Robb Flynn, e non volevo starci. E gli ultimi anni sono stati fondamentalmente il portare a casa uno stipendio. E io non potevo accettarlo. C'è stato molto stress con tutti i suoi 'non devi farlo', 'non farlo,' 'non stare lì', 'non dire questo', 'non cantare verso il pubblico...".
 

"Penso di avergli fatto un favore a non costringerlo a licenziarmi. Sapeva cosa stava succedendo, che non funzionava più. Non ho dubbi che continuerà con altri membri. Penso che la posizione della chitarra per quella band sarà solo una situazione plug-and-play. Io ho contribuito molto nel comporre materiale, ma alla fine Robb vuole fare quello che ha in testa. So quanto ho dato: i dischi a cui ho contribuito - cinque dischi, beh, in realtà quattro, non conterei l'ultimo... Questi dischi sarebbero completamente diversi senza i miei contributi."
 

"Penso che perdere Dave McClain sia un enorme, enorme brutto colpo", ha aggiunto Demmel. "Penso che sia stato parte di quel processo, e trovare qualcuno non sarà facile, ma non ho mai avuto il dubbio che Robb troverà due persone che probabilmente saranno solo dei comprimari assoldati. Robb è un musicista fantastico, è bravissimo a scegliere le note e le melodie, e ha Jared [ MacEachern, basso] con lui, che penso sia il miglior musicista mai entrato nella band."
 

"Non avrei fatto l'ultimo tour", ha rivelato Demmel. "Speravo che avessero qualcuno che mi sostituisse e poi Dave ha detto: 'Beh, non farò il tour a meno che tu non faccia il tour'. Quindi, se Dave se ne fosse andato, allora il tour sarebbe stato annullato, perciò abbiamo accettato. L'ultimo tour è stato assolutamente imbarazzante: io e Robb non parlavamo. Sul palco, era tutto forzato. Ora sto solo elaborando tutto quello che è successo, e penso che ci sia ancora un po '... Non voglio dire amarezza , ma solo... Non so se sono stato in grado di elaborare davvero il modo in cui tutto è finito. Guardo indietro al mio tempo nella band e sono davvero orgoglioso di tutto ciò che abbiamo fatto. Ho contribuito a portare questa band dal suo punto più basso al suo punto più alto, abbiamo scritto alcuni dischi straordinari, fatto alcuni spettacoli incredibili, quindi sto cercando di riflettere su tutte le cose positive e di liberarmi, essere senza stress è ciò su cui mi sto concentrando ora. Concentrarmi solo su tutte le cose positive che abbiamo fatto e andare avanti con tutte le cose divertenti che stanno accadendo ora."

 

 

https://it-it.facebook.com/MachineHead/