Visions Of Atlantis: Clémentine Delauney, 'Odio chi usa gli smartphone ai concerti'

inserito da
Visions Of Atlantis: Clémentine Delauney, 'Odio chi usa gli smartphone ai concerti'

La frontwoman dei Visions Of Atlantis, Clémentine Delauney, ha parlato contro l'uso dello smartphone durante i concerti, dicendo che "è molto frustrante" cantare di fronte a "un mare di schermi".

A specifica domanda di The Metal Gods Meltdown, ha risposto:

Lo odio. Perché, prima di tutto, hanno la sensazione di collezionare un ricordo per tutta la vita. A volte l'ho fatto anch'io, ma era solo per avere delle ideee per noi: lo guardo una volta e mai più. E poi, quando lo guardo, l'emozione è pari all'uno o al due percento di quella che si prova dal vivo. E quando le persone lo fanno, non sono nemmeno con noi durante lo spettacolo. Non sono concentrati a guardare e ascoltare perché pensano: "Oh, lo sto comunque salvando, quindi non devo prestare piena attenzione". O perché stanno facendo qualcos'altro, senza avere il cuore e la mente completamente aperti allo spettacolo che hanno di fronte. Non è affatto piacevole cantare davanti a un mare di schermi. È come se stessi cantando a delle macchine, non sono persone reali. Soprattutto quando guardano i loro schermi mentre stanno registrando: non ti guardano nemmeno. Mentre io cerco sempre un contatto visivo, cerco sempre sorrisi, perché adoro l'interazione con il pubblico. E quando ho quegli schermi davanti a me, è molto frustrante. Qualche volta ho detto sul palco: "Siate con noi. Lasciate il vostro smartphone in tasca per una volta. State guardando vera musica dal vivo. Siete nel mondo reale. Dimenticate quella cosa." Del pubblico non vedi nulla, vedi solo gli schermi delle persone. Non puoi vedere il palco nemmeno tu stesso. È molto egoista. 

https://www.facebook.com/visionsofatlantisofficial/