Recensione: Apocalypse

inserito da
Grandissimo come back discografico per gli italianissimi Arachnes, che con Apocalypse confermano le loro doti di musicisti e songwriter formidabili firmando il lavoro più maturo della loro carriera, e uno dei dischi migliori usciti in questo periodo già abbastanza soddisfacente in fatto di release importanti. Grande metal-prog suonato con gusto ed una classe innata. Forse la parola progressive ultimamente è assai abusata, ma trovo che per la musica di Arachnes sia alquanto appropriata in quanto ricca di sfumature e di colori; tingendosi ora di power oppure di prog (Soprattutto per le tastiere del bravo Enzo) passando per la musica classica senza dimenticare il buon vecchio Hard Rock.Ogni volta che ascolto il disco mi trasmette sensazioni diverse. Tante influenze confluiscono nel sound del gruppo in questione, il tutto è amalgamato secondo il gusto di questi musicisti straordinari. Forse sto parlando del disco in maniera troppo enfatica, ma questo lavoro mi sta dando  parecchie soddisfazioni. Giunti ormai al loro terzo album, più il mini per Underground Symphony, gli Arachness sono pronti a raccogliere i favori del pubblico Italiano e non ,con la pubblicazione del disco in Giappone; già il loro precedente album fu pubblicato in Sud America. Non bisogna dimenticare la ristampa del loro primo album, con l'aggiunta di bonus tracks, avvenuta nel 2001  ad opera della Scarlet records ( In origine l'album usci' per Lucretia Records). Tornando ai contenuti musicali, l'eccletismo sonoro fa parte del background artistico dei fratelli Caruso, leader della band. Tastiere prog ,che rasentano la New Age e digressioni neoclassiche sono ben evidenziate da Decisive Battle caratterizzata da un'inizio power-neoclassico, tocca melodie vagamente orientali per poi trasformarsi in una sorta di tarantella elettrica.Quasi tre minuti di musica che danno sensazioni diverse.  Il bello della musica è proprio il regalare sensazioni diverse, che poi ogni ascoltatore deve saper recepire e farle proprie. Apocalypse è un brano bellissimo, cesellato da tastiere prog che si snoda su ritmiche veloci con una bella melodia di chitarra. In Prayer Part1 sono tastiere New Age che aprono il brano,  per lasciare poi ad un coro ( che mi ricorda un qualcosa di Vangelis) il compito di dare al tutto un tocco affascinante e un non so che di GoticoPrayer Part2 riporta il tutto su coordinate metalliche, con il singer Enzo che oltre ad ottimo tastierista si conferma anche ottimo cantante. Ottimo come il gruppo riesca a convogliare una certa perizia tecnica in brani non eccessivamente lunghi, evitando eccessive e noiose dimostrazioni strumentali. Altra traccia notevole è Decisive Battle Part 2 dove Enzo suona un organo a canne, registrato in una chiesa, firmando una sonata d'indubbio fascino.

Bellissime emozioni vengono regalate da Forever favolosa composizione per piano e voce e contenente un solo di chitarra ispiratissimo: brano fantastico. E che dire di Destiny, con un inizio squisitamente prog, si trasforma in uno stupendo brano hard rock  oriented con soli di chitarra neoclassici. Poi è la volta di A New Breathing brano cadenzato con un impronta Blackmoriana, e i cori mi ricordano i vecchi TNT ( Gruppo scandinavo degli anni ottanta che ebbe un buon successo, naturalmente è un paragone indiretto). E' inutile descrivere ogni singolo brano, sono tutti da sentire e gustare; quindici brani tra strumentali intro e brani cantati, per un totale di cinquanta minuti di'emozionante musica.

 Trovo che questo gruppo abbia quel qualcosa in più per poter continuare la tradizione inaugurata dai nostri gruppi prog degli anni settanta (Vedi P.F.M ,Banco ecc) all'estero mantenendo alta la bandiera della musica Italiana che non è fatta solo di melodia e mandolini.

Qualcuno ha scritto che in Italia ci sono i migliori musicisti e gli Arachnes non fanno altro che confermarlo.

Grande Disco.

Rock Hard Guys!

Franco Spruss

Track List

The Concept of Time and Space
Decisive Battle
Apocalypse
Prayer (Part 1)
Prayer (Part2)
My Destiny
A New Breathing
Decisive Battle (Reprise)
Tango
The Rain Song
Forever
The Blade of My Brain
The Dreamer
The Power of God
Realm of Spirits

Formazione

Enzo " Vincente Caruso" - Tastiere e voce -
Franco "Frank" Caruso - Chitarra e basso -           
Paolo Giani - Basso -
Jaco - Batteria -

 
80