Recensione: Dawn of Battle

inserito da
Per me è difficile recensire una nuova uscita dei Manowar, visto che la mia passione per loro potrebbe portarmi a dare un giudizio troppo influenzato dall'amore che provo nei confronti della loro musica, cercherò comunque di essere il più obbiettivo possibile.
Raramente è capitato che i Kings of Metal regalassero ai fans delle canzoni inedite su singolo, ma stavolta danno in pasto al popolo metallico addirittura 2 nuovi pezzi.
La title track del singolo è una vera e propria mazzata, sullo stile delle ultime 3 canzoni dell'ultimo album “Warriors of the World”, con tempi veloci ed un cantato, come al solito spettacolare e molto “interpretativo”, di Eric Adams. Molto bello anche lo stacco centrale, che spezza la furia della song con atmosfere dolci ed epiche allo stesso tempo, prima di ripartire con  l'aggressività che caratterizza la canzone.
Il discorso da fare per la seguente “I Believe” è invece differente, si tratta infatti di un pezzo dal riff cupo, con il basso di Joey e, soprattutto, la voce di Eric in evidenza. Il modo di cantare del singer nella strofa del pezzo è veramente impressionante, forse non farà gli acuti per cui è famoso, ma la cattiveria che sprigiona la sua voce è veramente incredibile. Molto bella anche l'apertura molto marziale che da il ritornello. “I Believe” è un pezzo che ci mostra una band sempre fedele a se stessa ma che è anche in grado di mettere delle nuove idee nella propria musica.
Il singolo viene chiuso da “Call to Arms”, canzone già presente sull'ultimo album e che non credo abbia bisogno si presentazioni, si tratta secondo me di uno dei pezzi più belli scritti dai Manowar negli ultimi anni.
Sicuramente il modo di scrivere canzoni dei Manowar è cambiato negli ultimi tempi, rimanendo sempre fedele a quella che è la loro tradizione musicale sono riusciti a proporre all'attenzione del pubblico uno stile basato meno su atmosfere epiche ma più sull'agressività; forse non avremo ma i una nuova “Battle Hymn” o una nuova “March for Revenge” ma, se le idee sono quelle che si trovano su questo singolo, sicuramente avremo ancora delle grandi canzoni dai 4 Kings e questo non può che rendermi felice.
 
90