Recensione: Extreme metal inside

inserito da

Ennesima compilation di gruppi italiani questo “Extreme metal inside”; in questo caso troviamo cinque band nostrane che si dedicano al death metal partendo da quello più classico per finire con quello tecnico passando per il brutal.

Si inizia con i lecchesi Agabus, band formata nel 1997 e composta da Aro (voce), Zapa (chitarra), Pala (batteria) e Raz (basso). Il quartetto ci propone due brani intitolati “Golpe” e “Atman collapse” che ci portano verso un death metal molto particolare caratterizzato da parti veloci che si susseguono in rapida successione con momenti meno incisivi. Il tutto è unito da un cantato che risulta essere una via di mezzo tra uno scream e un growl estremamente urlato e lamentoso che ricorda in certi frangenti quello del vocalist degli Slipknot.
I maceratesi Antagonism, band formata da Marco Vitali (chitarra), Marco Radosevich (voce), Giacomo Scattolini (batteria) e Nicola Parente (basso), ci deliziano con il loro “urban death metal” di protesta che alterna momenti squisitamente death metal a parti che si avvicinano notevolmente all'hard core americano. I due brani “Akustik rebellion” e Politicizzed” centrano in pieno l'obiettivo grazie ad una carica enorme e ad un sound ricco di carisma e personalità; le linee vocali di Marco si adattano perfettamente al resto della band completando così in maniera più che buona il tutto.
Passando poi ai pugliesi Clinicamente Morti, quintetto formato da Gabriele Ianne (chitarra), Salvatore Camillo (chitarra), Nico Parente (voce), Carlo Cantissimi (basso) e Giovanni Leone (batteria), ci spostiamo verso un death metal classico senza troppi fronzoli. I brani “C.O.M.A.” e “L'inferno avanza” ci riportano indietro negli anni novanta grazie ad alcune sonorità che ricordano molto da vicino band più blasonate come gli Obituary, i Sepultura e i Carcass; riff di chitarra granitici affiancano una sezione ritmica precisa e mai esasperata dando molto spazio alla voce di Nico che completa in bellezza il sound. Particolare piacevole risulta anche essere il cantato in italiano che dà la possibilità di cantare all'ascoltatore (ebbene si, anche se si tratta di death metal, si capiscono bene lo stesso i testi! N.d.R.)
Ci spostiamo invece verso lidi death-thrash old style con i Necrofili, composti da Carlo Pelliccia (voce e chitarra), Alessandro Rossi (chitarra), Andrea Salvi (basso) e Marco dal masso (batteria).
“Fleshweak” e Full thoughts overflow” affascinano fin da un primo sommario ascolto grazie soprattutto all'accostamento tra sonorità heavy-thrash e un cantato death metal molto particolare che si incastona come una preziosa gemma all'interno del tappeto musicale creato dagli strumenti.
Ultima band presente nel cd sono i Resurrecturis di Fermo, gruppo composto da Janos Murri (voce e chitarra), Carlo Strappa (chitarra), Manuel Coccia (basso) e Alessandro Vegnoni (batteria). La band in questione è attiva da più di dieci anni con alle spalle tour europei supportando band di valore come  Vital Remains, Impaled Nazarene e Macabre. “Fuck face” e “The origin” sono due pezzi di death metal old style senza compromessi che fanno dell'energia sprigionata il loro punto focale. I Resurrecturis sono sempre precisi come un metronomo nonostante i brani in questione siano tutt'altro che semplici; non si possono notare infatti particolari sbavature, il che rende l'ascolto piacevole e senza intoppi di nessun genere.

Questo “Estreme metal inside” è quindi la riprova che anche in Italia abbiamo band death metal di tutto rispetto che meritano di essere supportate e seguite nel loro cammino. È difficile stilare un commento generale per una compilation, ma devo comunque dire che all'interno del cd non troviamo né una band che sfigura assieme alle altre e nemmeno una che invece prevale; diciamo che le cinque formazioni presenti nel platter si equivalgono per bravura e appetibilità.

TRACKLIST:
AGABUS – Golpe
AGABUS – Atman collapse
ANTAGONISM – Akustic rebellion
ANTAGONISM – Politicizzed
CLINICAMENTE MORTI – C.O.M.A.
CLINICAMENTE MORTI – L'inferno avanza
NECROFILI – Fleshweak
NECROFILI – Full thoughts overflow
RESURRECTURIS – Fuck face
RESURRECTURIS – The origin

CONTATTI:
Agabus : www.agabus4.org
Antagonism : www.myspace/antagonismband
Clinicamente Morti : www.clinicamentemorti.3000.it
Necrofili : www.necrofili.com
Resurrecturis : www.resurrecturis.com

 
73