Recensione: For A Fistful Of Dollars

inserito da

A tre anni dall'uscita del secondo album, "Systems Go Wild!", ecco riaffacciarsi sul mercato discografico l'ultima incarnazione musicale di Tommy Heart, ex singer dei leggendari Fair Warning.

La rinnovata line-up vede Jogy Rautenberg (Bonfire e Skew Siskin) al basso, Mario B. alla batteria, Chris Lyne alle chitarre, oltre ovviamente a Tommy dietro il microfono, ma si tratta evidentemente di un progetto i cui padroni assoluti sono Heart e Lyne (insieme ai tempi della hard rock band berlinese "Heartlyne"), coautori di tutti i brani e produttori del disco.
I fan dei Fair Warning dovranno stare decisamente attenti al modo con cui si avvicineranno - se decideranno di farlo - a questo album, visto il deciso cambio di direzione intrapreso dal frontman tedesco fin dall'epoca dello split con la famosa AOR band; split che non avrebbe avuto motivo d'essere, tra l'altro, se non fossero sussistite le famigerate "divergenze stilistiche".
Molte, per non dire tutte, delle caratteristiche che avevano fatto grande il sound dei Fair Warning sono solo un vago ricordo, e la stessa voce di Heart ha subito una metamorfosi non proprio auspicabile per chi conosce solo le sue performance con i Fair Warning. Il titolo e la copertina del disco sono a questo proposito evocativi al punto giusto: non vorrei farvi pensare che si tratti di Country o Southern Rock, ma i cliche del genere non mancano. Linee melodiche ridotte all'osso, dunque, brani che non arrivano ai cinque minuti di durata, arrangiamenti minimali, produzione ruvida e senza fronzoli, come ruvida e senza fronzoli è la voce di Heart, lontana parente di quella suadente e ruffiana che avevamo apprezzato in passato.
Il songwriting è sicuramente influenzato da act come Ac/Dc e Lynyrd Skynyrd, anche se rispetto ai due album precedenti è indubbiamente da annotare un'inflessione da inaridimento creativo non indifferente; tuttavia il successo riscosso soprattutto in Giappone (dove i Fair Warning, non dimentichiamocelo, sono da sempre osannati) e le numerose apparizioni in Europa al fianco di Alice Cooper, Axel Rudi Pell, Ronnie James Dio e Kingdom Come devono essere considerate testimoni di un buon riscontro anche da parte del pubblico continentale.

Dobbiamo dunque ritenerci soddisfatti a metà, almeno per aver riascoltato la voce di Heart, seppure nella sua nuova veste, anche se questa non ha saputo farci saltare dalla sedia, anzi, annoiandoci a volte.
Ci consoliamo col fatto che i tempi sembrano maturi per una reunion più volte vociferata, smentita, ed infine confermata, e con la speranza che Tommy abbia deciso di conservare nella sua "colt" le cartucce migliori per il nuovo album dei Fair Warning.

Tracklist:

  1. Eatin' On Me
  2. Best Way To Fade
  3. Under Your Skin
  4. Remember
  5. Where Do We Go
  6. Ten Seconds Of Love
  7. She's Mine
  8. The Trigger (Goin' Downhill)
  9. Give Me A Ride (The Ride)
  10. Cheap Down 'n' Nasty
 
58