Recensione: Kiske/Somerville

inserito da

Il connubio tra due delle voci più amate nell'attuale panorama melodic rock si è concretizzato con uno studio album dal monicker semplice e di richiamo, ben congegnato dal punto di vista promozionale e - per fortuna - anche del songwriting. Diciamo fin da ora che questo Kiske/Somerville farà la felicità dei fan del progetto Place Vendome, attenendosi agli stilemi già consolidati del primo e più fortunato episodio.

Sicuramente affascinante e tutt'altro che superata l'idea della dicotomia delle voci, che ha dato buonissimi risultati in diverse occasioni passate e recenti, soprattutto in tema di Rock Operae: gli stessi Michael e Amanda si erano già "incontrati" su  Avantasia - The Scarecrow, nel brano "What Kind Of Love", mentre andando a rovistare tra i dischi del passato è inevitabile non pensare ai sontuosi duetti con protagonista Lana Lane e svariati male singer di spicco.

La composizione dei brani è affidata a due maestri come Mat Sinner (Primal Fear, Sinner) e Magnus Karlsson (Strabreaker, Primal Fear), che consegnano agli interpreti brani strappaconsensi à la "Place Vendome", ad iniziare dalla opener "Nothing Left To Say", ma ancor più dalla seguente, magnifica power ballad "Silence", infarcita di arrangiamenti orchestrali e cori secondo la migliore scuola pomp/AOR, con i refrain a fare da padroni. Sulla stessa falsariga "Devil In Her Heart" e "Rain", altro pezzo clamoroso, dal riffing marcatamente metal abbinato alla ruffianaggine AOR. Ai limiti del pop, ma pur sempre metallica "Don't Walk Away", mentre il momento per rifiatare è costituito dalla ballatona di rito, "End Of The Road", in cui oltre ai pur apprezzabili arrangiamenti di effetti sonori e performance vocali sentite, avremmo gradito qualche carosello tra Michael e Amanda.

Al di là della buona riuscita di un album il cui songwriting tocca dunque momenti di eccellenza assoluta, è doveroso puntare il dito proprio verso l'affiatamento che l'alternanza dei registri maschile e femminile richiede. Già nel videoclip promozionale di "Silence" si era notato il netto contrasto, persino dal punto di vista visivo, tra i due protagonisti; inoltre la scelta di puntare ad una forma canzone decisamente AOR, piuttosto che a strutture più libere, limita gioco forza la possibilità di sbizzarrirsi in duetti botta e risposta, contrappunti e alternanze che avrebbero potuto esaltare le indiscutibili doti tecniche dei nostri.

Resta comunque un must per tutti quelli che hanno apprezzato il progetto "Place Vendome", noi per primi.

Tracklist (tra parentesi gli autori):

01. Nothing Left To Say (Mat Sinner, Magnus Karlsson)
02. Silence (Mat Sinner, Magnus Karlsson)
03. If I Had A Wish (Mat Sinner, Magnus Karlsson)
04. One Night Burning (Mat Sinner, Magnus Karlsson)
05. Arise (Sander Gommans, Amanda Somerville)
06. End Of The Road (Mat Sinner, Jimmy Kresic)
07. Don't Walk Away (Mat Sinner, Magnus Karlsson)
08. Devil In Her Heart (Mat Sinner, Jimmy Kresic)
09. Rain (Mat Sinner, Magnus Karlsson)
10. A Thousand Suns (Sander Gommans, Amanda Somerville)
11. Second Chance (Mat Sinner, Magnus Karlsson)
12. Set A Fire (bonus track) (Sander Gommans, Amanda Somerville)

P.S.: La versione promozionale non include la bonus track né il DVD bonus, contenente i videoclip di "Silence" e "If I Had A Wish" e un "making of".

Lineup:

Michael Kiske - Vocals
Amanda Somerville - Vocals
Mat Sinner - Bass, Backing Vocals
Magnus Karlsson - Lead Guitar, Guitar, Keyboards
Sander Gommans - Additional Lead Guitar
Martin Schmidt - Drums
Ramy Ali - Drums
Jimmy Kresic - Keyboards

Discutine sul forum, nel topic dedicato a Michael Kiske

 
85