Recensione: Live At Masters Of Rock [CD + DVD]

inserito da

A circa due anni di distanza dall'ultimo (e deludente) Metal, tornano gli Annihilator, e lo fanno con un live album. Ultima release targata SPV Records, con la quale, a causa dei recenti problemi finanziari della stessa label, Jeff Waters ha preferito rescindere il contratto, in modo da correre ai ripari verso i territori più sicuri della Earache Records. Ed ecco quindi arrivare nei negozi Live At Masters Of Rock, prodotto non certo privo di difetti, disponibile nell'accoppiata CD + DVD, e che, in ogni modo, ci mette di fronte ad una band in buona forma.

Registrato nel 2008 nel corso del tour di supporto all'ultimo full-length, più precisamente nella location del Masters Of Rock Festival in Repubblica Ceca, questo nuovo DVD degli Annihilator, escluso qualche ritocco sparso qua e là (soprattutto sui suoni della batteria), mette in bella mostra lo stato di forma attuale di una band che, nonostante le ultime e discutibili release, riesce comunque a rendere come si deve in sede live. Ed è infatti un'ottima prestazione di tutti gli elementi presenti sul palco (dei quali solo Waters e Padden sono a tutti gli effetti nella line up) a caratterizzare lo show immortalato, più una setlist votata soprattutto al glorioso passato, con tre brani estratti da Alice In Hell e ben quattro dal successivo Never, Neverland. Buona anche la resa audio, mentre lascia piuttosto a desiderare una qualità delle riprese non ottimale (in primis una serie di inquadrature selezionate praticamente a casaccio). Immagini a parte, come dicevamo, il gruppo canadese riesce ancora ad offrire uno spettacolo degno del loro nome, con in primo piano soprattutto Jeff e Dave, ottimi sia a livello ritmico (e solistico nel caso del primo), sia quando si alternano continuamente al microfono. Esecuzione di buon livello che garantisce lo scorrere di una tracklist che non può di certo lasciare delusi i fan più esigenti.
Buona scelta dei brani quindi, a cominciare dall'apertura affidata a King Of The Kill (cantata da Waters) seguita dalla dirompente The Blackest Day (direttamente da Waking The Fury). Convincono meno invece le successive Operation Annihilation e Clown Parade (entrambe estratte da Metal), brani che, anche in sede live, appaiono fin troppo scialbe e poco ispirate. La restante setlist è a tutti gli effetti una selezione dei brani migliori del repertorio, con Set The World On Fire a rappresentare l'omonimo disco, per poi lasciare spazio alle prime e già citate pubblicazioni della band, dove spiccano soprattutto una The Fun Palace precisa al millimetro (buone anche le parti vocali di Padden), Wicked Mystic e l'immancabile Alison Hell, più la chiusura affidata alla rockeggiante Shallow Grave (da Carnival Diablos).

Prodotto diviso fra luci e ombre questo nuovo live album degli Annihilator, quindi. Da una parte abbiamo una setlist ben composta e una band che tiene il palco con grinta e professionalità, mentre dall'altra le immagini selezionate sono, molte volte, di qualità piuttosto scarsa, senza contare anche l'assenza di un minimo di contenuti extra in un DVD dove troviamo solo ed esclusivamente la registrazione dello show.

Angelo 'KK' D'Acunto

Discutine sul forum nel topic relativo

Tracklist:

01 Intro
02 King Of The Kill
03 The Blackest Day
04 Operation Annihilation
05 Clown Parade
06 Set The World On Fire
07 I Am In Command
08 Never, Neverland
09 The Fun Palace
10 Phantasmagoria
11 W.T.Y.D.
12 Wicked Mystic
13 Alison Hell
14 Shallow Grave

 
71