Recensione: Live From Russia

inserito da
Poco da dire, ho ascoltato solo una settimana questo live dei grandi U.D.O., heavy metal band tedesca formata da Udo Dirkschneider, ex cantante dei grandissimi Accept (chi non li conosce si è perso una grande fetta della storia dell'heavy metal europeo). Dirkschneider fondò gli U.D.O. alla fine degli anni 80 se la memoria non mi tradisce, band che firmò autentici capolavori del metal classico quali il mastodontico "Animal House", pietra miliare del metal tedesco ed europeo. Ed ora sono tornati , dopo l'ultimo album, "Holy" registrato nel 99, questo live giunge a distanza di quesi tre anni per dare a tutti i pochi e selezionatissimi fan un prodotto eccezionale, 25 brani che comprono i punti fondamentali della loro intera discografia e classici pezzi di "Acceptiana" memoria, 25 canzoni tra le più belle che abbiano mai composto, una prestazione dal vivo incredibile, Udo come sempre in forma grandissima nonostante il peso degli anni, un sound davvero eccellente grazie ad un'ottima qualità di registrazione. Kaufmann e Ginola in stato di grazia, con le loro chitarre sprigionano riff d'acciaio, assoli di gran classe, un muro sonoro compatto e potentissimo, il tutto accompagnato dalla batteria di Milani davvero irrompente,che, inserito alla perfezione nel contesto della band, riesce quasi a sprigionare il classico stile che era tipico degli Accept. Alla fine ogni pezzo acquista un fascino ed un carisma unico in questa versione live, perchè questi sono musicisti che sanno davvero il loro lavoro. Canzoni come "No Limits", "Animal House", "Heart Of Gold" e tutte le altre, non possono non esaltare il cuore di un vero metallers sprizzando heavy metal da ogni nota. Un citazione alla grande "Heaven Is Hell", classica canzone del repertorio Accept, interpretata in una maniera straordinaria dalla band.

In conclusione sono restio a dare voti alti, ma non posso negare un 8 a questa superba prova dei grandi U.D.O., a questo grande live che neutralizza decine di live di tante band che hanno un seguito ben maggiore. Un must per ogni appassionato di puro e semplice heavy metal.
 
78