Recensione: Too Daze Gone...

inserito da

Swdish Erotica è un moniker che potrebbe risvegliare qualche ricordo nei vecchi seguaci dell'hair metal e del hard'n'glam scandinavo degli anni '80, poiché la band ebbe un repentino successo nel lontano 1989, aiutata da una proposta che strizzava l'occhiolino alle mode del momento e da un'attitudine ostentata a colpi di 'Rock N' Roll City', 'We're Wild, Young and Free' e compagnia. Poi, la formazione scandinava si eclissò misteriosamente fino al 1995 (quando ritornò con Blindman's Justice) al quale seguì ancora una volta una lunga parentesi di silenzio (dieci anni), interrotta soltanto oggi da questa raccolta a cura della MTM Music.

'Too Daze Gone' è una rimpatriata di inediti e tracce demo, materiale che ovviamente suona tremendamente fuori-moda e che proprio in questa alienazione temporale trova la sua forza. Spazio ad acconciature improbabili, stivaloni e storie di cuore in tutte le salse, per un viaggio nel tempo di 68 minuti tra i canoni d'epoca della scuola svedese e qualche sonorità d'oltreoceano alla L.A. Guns.

La prima parte mette in mostra episodi davvero validi, come la Fire With Fire (largo agli Europe, senza dubbio prima delle influenze in questo disco), la blueseggiante Too Daze Gone (dai limpidi richiami ai primi Aerosmith) e la più energica Muscle in Motion (più street, con ventate alla Motley Crue e Skid Row). L'ultimo picco della sezione inediti lo troviamo nella romantica Terri, nelle sue strofe dal dolce palm muting, dalla batteria schematica e nel ritornello sdolcinato e malinconico, quasi da colonna sonora.

Nella seconda parte, quella delle tracce demo, il livello ha una piccola flessione verso il basso, sia a livello di songwriting che, inevitabilmente, di produzione. Dietro il microfono le linee vocali del celeberrimo Mats Leven si alternano a quelle di Goran Edman (John Norum e Yngwie Malmsteen tra gli altri), mentre alcuni brani arrancano nel tenere il livello su valori medio-alti.

Per i nostalgici di chiome cotonate, camicine zebrate, fasce e giacche bianche, questa è la pecorella perduta che torna all'ovile, è un salto nell'hard rock melodico scandinavo scala-classifiche, è una nuova creatura da non lasciarsi scappare. Per gli altri è invece un'uscita francamente trascurabile. Valutate la vostra posizione e decidete.


Tracklist:
01. Down 2 Bizniz
02. Skin on Skin
03. Fire With Fire
04. Too daze Gone
05. Muscle in Motion
06. Show A Little Lace
07. Blue Movies
08. Terri

Bonus Demo Tracks:
09. break the Walls
10. Roll Away The Stone
11. Can You Stand The heat
12. Terri
13. Goodbye To Romance
14. Open Arms
15. Love On The Line
16. Loaded Gun


Alessandro ‘Zac' Zaccarini

 
70