Recensione: Vampyr - Throne Of The Beast

inserito da

Discorsi più o meno validi sull'intransigenza e la purezza sonora di un gruppo possono portare, nel peggiore dei casi, a spacciare per prodotti cult degli album senza nè capo nè coda. E, se non fosse quantomeno scorretto riportarvi parola per parola le stupidaggini che sono state scritte su questo lavoro, potrei fornirvi un chiarissimo esempio. Ammesso che i Black Funeral si siano proposti in un determinato contesto e per un determinato pubblico, per parlare in termini entusiasti di questo lavoro ci vorrebbe un certo coraggio.

Non esiste un solo elemento che possa distinguere il gruppo dai tanti che oramai popolano la scena. Non un singolo episodio riguardante la loro carriera che possa farmi guardare sotto una diversa ottica questo prodotto. Ogni volta che inserisco Vampyr - Throne Of The Beast nello stereo non riesco a completare l'ascolto, vinto molto prima dalla noia. Non è un tentativo di stroncare questo gruppo, ma una semplice constatazione di quello che questo lavoro sembra essere: uno dei tanti episodi trascurabili nella storia Black Metal, nè più nè meno.

I Black Funeral hanno dalla loro una misantropia non indifferente, una produzione decisamente da cantina e delle idee che rientrano nella norma della maggior parte dei gruppi Black emergenti. Se a questo aggiungiamo che una manciata di riff sembra il frutto di uno sterile copia-incolla, non posso di certo tessere le lodi del cd. Se vi consigliassi di investire in qui i vostri soldi di sicuro non avrei la coscienza a posto per un bel po'. Molto meglio supportare le realtà underground della nostra penisola, meno promosse all'estero ma mediamente più valide del gruppo in questione.

Come nota a chiudere la durata: 27 minuti circa, dei quali quasi cinque sono pezzi atmosferici senza il minimo significato. L'unica nota al di sopra della media in tutto l'album è "Of Dark And Crimson Spheres", brano conclusivo. Insomma, consigliato solo ai più intransigenti di voi o a chi ha poco saggiamente deciso di buttare i propri soldi.
Matteo Bovio

Tracklist
01. Ex Sanguini Draculae
02. The Floating Blue Witchlight
03. Valley Of The Shadow
04. Spectral Agony Of Pain And Loneliness
05. Vampyr - Throne Of The Beast
06. Spirit Of The Werewolf
07. Rising From A Dishonored Grave
08. Of Dark And Crimson Spheres

 
45