Recensione: War of the Wizards

inserito da

Tra i gruppi di punta del panorama tedesco di fine anni 80, troviamo senza dubbio gli StormWitch: una band di culto che (pur non essendo oggettivamente una band di altissimi livelli) forse ha raccolto nel tempo meno di ciò che ha seminato.
Lo stile degli StormWitch è molto particolare; infatti il sound della band è una interessante miscela di riff cromati, accese melodie, ritmiche abbastanza regolari e parti vacali (inclusi i numerosi cori) molto espressive ed impetuose.
Inoltre i testi di tutte le canzoni presenti su questo disco si rifanno nientemeno che alla saga del Signore degli Anelli...a questo punto, la domanda è d'obbligo: cosa ha in comune questo gruppo con la miriade di bands "power metal" spuntate negli ultimi cinque anni?
Poco…se non addirittura nulla!! Niente ritornelli spudoratamente catchy, niente suoni mielosi, né approssimazione tecnica: gli StormWitch sono una validissima band HM con un sound tutto proprio!

Ed infatti "la strega della Tempesta" prova con i fatti quanto già detto in precedenza durante l'ascolto di tutti gli undici brani, di cui nessuno è sotto la media…anzi nell'album troviamo dei picchi di qualità non indifferenti: "Wooden Drum" (per i suoi riff accesi e coinvolgenti), "War of the Wizards" (dotata di un guitar-work eccezionale e capace di creare un'arcana atmosfera) e "A Promise of Old" (dove il duo Uzonovic/Gassmann fa scintille con le chitarre).

Tutto sommato la band tedesca in quest'album fa un buon lavoro e riesce a sfornare un bel disco (che sarà molto gradito specialemente agli appassionati del genere), senza comunque raggiungere livelli strabilianti.
"War of the Wizards" è un lavoro onesto e per certi versi molto interessante, a cui è d'obbligo dare un ascolto…almeno per aver presente una band storicamente e musicalmente importante come i mitici StormWitch.

01) Listen to the Stories
02) Theja
03) Magic Mirror
04) Wooden Drum
05) War of the Wizards
06) Dragon's Day
07) Time
08) Fate's on the Rise
09) omise of Old
10) The way to Go
11) Wanderer

 
74