Heavy

Doro Pesch: ‘quando giunsi in America volevano che apparissi più sexy e mainstream, ma rifiutai persino tanti soldi da Playboy’

Di Orso Comellini - 4 Dicembre 2020 - 10:45
Doro Pesch: ‘quando giunsi in America volevano che apparissi più sexy e mainstream, ma rifiutai persino tanti soldi da Playboy’

I podcast su “Aftershocks”, Doro Pesch ha raccontato un curioso retroscena di quando sbarcò per la prima volta in America:

Ho sempre seguito il mio cuore. Ho sempre fatto quello che ritenevo giusto. Approcciarmi in un modo più sexy non era da me. Preferisco un approccio più naturale, un sex appeal più naturale. Quando giunsi la prima volta in America, la casa discografica voleva che fossi più sexy, che fossi più mainstream e commerciale. Non dovevo essere così Heavy. Ma io non ci pensai neanche, perché per me il metallo è la libertà di fare quello che più vuoi ed essere te stesso. Una volta, quando ero più giovane, mi chiamarono da un’agenzia perché volevano che facessi una sessione di foto per Playboy. Ma io dissi immediatamente di no. Rimasero tutti a bocca aperta, perché probabilmente stavo rifiutando tanti soldi, ma io ribadii che non faceva per me. Ci sono altre persone che sono in grado di farlo meglio di me, ed è grandioso, ma io non sono quel tipo. Amo i fan, amo la musica, amo il Metal e mi piacciono cose più reali.