Heavy

Iron Maiden: Nicko McBrain, “Kevin Shirley controllava il minutaggio, ma a noi non interessa la durata dei brani”

Di Orso Comellini - 19 Settembre 2021 - 9:31
Iron Maiden: Nicko McBrain, “Kevin Shirley controllava il minutaggio, ma a noi non interessa la durata dei brani”

Intervistato su “Hangin’ & Bangin’: Artists On Lockdown”, Nicko McBrain è tornato sulla lunghezza dei brani di “Senjutsu”. Se gli Iron Maiden compongano di proposito pezzi lunghi o meno.

Assolutamente no. Quei pezzi lunghi ed epici sono composti principalmente da Steve, ma nell’album precedente c’era ‘Empire Of The Clouds’, sui 18 minuti, scritta da Bruce. Le canzoni sono quelle che sono, che siano cinque minuti o altro… Su Senjutsu ci sono due pezzi sotto i sei minuti. Quando i ragazzi compongono, si siedono nella control room e riascoltano i pezzi incisi. E’ capitato che Kevin Shirley ci dicesse: “Va bene, ragazzi, lo sapete che sono 12, dannati minuti e mezzo di durata?”. Ma per noi la risposta era: “Qual è il punto? Perché ci stai dicendo quello che riporta l’orologio? Non ci interessa”. E’ così che stanno le cose. Steve scrive queste incredibili melodie dove ripete parti diverse della canzone. Poi avendo tre chitarre, ognuno di loro se ne esce dicendo: “Adesso è il mio turno”. E finiamo per metterci tre assoli. Su ‘The Parchment’, poi, ci sono sei assoli. Ognuno prende il proprio solo, poi lo ripete. Il primo a farlo, è poi il quarto a rifare l’assolo. Ed è splendido. Per cui no, non stabiliamo a tavolino di fare canzoni lunghe, ma poi è così che finisce.