Riot: il mondo della musica ricorda Mark Reale

Di Lucia Cal - 28 Gennaio 2012 - 13:44
Riot: il mondo della musica ricorda Mark Reale

La notizia della morte di Mark Reale, storico chitarrista e fondatore dei Riot, ha scosso profondamente i cuori dei fan, siano essi defender da una vita, siano essi fan dell'ultim ora, magari neo adepti che hanno scoperto i Riot proprio con quel favoloso disco che rimarrà testamento spirituale di Mark, e messaggio di come noi lo ricorderemo sempre: "Immortal Soul".

Vari musicisti hanno voluto ricordare il grande artista scomparso a 56 anni a causa di varie complicazioni del morbo di Crohn, malattia con cui ha lottato una vita intera. Mark ha dato un apporto fondamentale al genere che tanto amiamo e la sua scomparsa sarà sicuramente sentita per molto tempo ancora.

Marty Friedman (ex-MEGADETH): "Ho appena sentito che Mark Reale è scomparso. 'Rock City', 'Narita' e 'Fire Down Under' sono 3 dei miei album preferiti di sempre. Li ho letteralmente consumati e ho un sacco di bei ricordi legati a tutte quelle grandi canzoni. Grazie per tutta questa musica. Amici, vi prego, prendetevi cura di voi".

Gord Kirchin (PILEDRIVER): "'Rock City'… 'Narita'… 'Fire Down Under'… 'Restless Breed'… 'Born In America'… 'Thundersteel'… 'The Privilege Of Power'… 'Nightbreaker'… 'Brethren Of The Long House'… 'Inishmore'… 'Sons Of Society'… 'Through The Storm'… 'Army Of One'… 'Immortal Soul'… tanto sottovalutati da essere nauseati, ma non da me. Uno Spirito Immortale, se mai ce ne possa essere uno. Ci mancherai, Mark… ci mancherai davvero".

Neil Turbin (DEATHRIDERS, ex-ANTHRAX): "RIP Mark Reale 1955-2012, chitarrista e fondatore dei Riot. La mia band preferita ai tempi delle superiori e una delle influenze che più mi hanno ispirato. 'Fire Down Under' mi ha ispirato tantissimo quando ho scritto canzoni del calibro di 'Metal Thrashing Mad'. Le mie più sincere condoglianze vanno alla famiglia di Mark, agli amici, ai fan e ai colleghi. 'Shine on, warrior'".