Recensione: Dual Aggression Seed

Di Stefano Risso - 23 Aprile 2007 - 0:00
Dual Aggression Seed
Band: Duality
Etichetta:
Genere:
Anno: 2005
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
75

Ottimo esordio per i nostrani Duality! Dual Aggression Seed
è certamente uno dei migliori promo che mi siano capitati tra le mani, ben
curato sotto tutti i dettagli, dall’artwork alla produzione, ma soprattutto
molto ben suonato e composto. E questo fa doppiamente piacere sapendo che gli
autori di questo lavoro sono dei giovani musicisti italiani.

I Duality ci propongono un death tecnico di buonissima fattura, con
evidenti richiami alle band che hanno fatto la storia del genere e che sarebbe
quasi superfluo ricordarle nuovamente (Atheist, Cynic, Death
ecc…). Forti di una tecnica strumentale molto soddisfacente, i nostri si
destreggiano in canzoni mai banali, in cui a fare la voce grossa sono i continui
cambi di regime affidati alle chitarre di Giuseppe Cardamone e Diego
Bellagamba
, coniugando molto bene la componente tecnica, la potenza, e la
melodia il tutto in favore della fruibilità delle canzoni. Infatti Dual
Aggression Seed
è sì un lavoro complesso, ma ha il grande pregio di non
risultare eccessivamente costruito e forzato, lasciando qualche frangente
maggiormente accattivante a rendere più immediato il disco.

Apre le danze Immaterial, in cui i nostri non si fanno mancare neanche
qualche accelerazione bruciante in blast beat, dando vita a una canzone
sorprendente, in cui si apprezzano anche degli assoli molto ben eseguiti. Stessa
sorte per la seguente Fragments Of Sadness, con un piglio più thrash,
arrivando poi al miglior brano in scaletta, Motions, in cui affiorano
addirittura influenze jazz, con una struttura e un andamento più cupo rispetto
all’andamento generale del lavoro. Altro episodio vincente è la quinta Lasting
Insanity
, ma anche i rimanenti due brani strumentali non sono da meno, ispirati e coinvolgenti, in special
modo la conclusiva Dawn Of Tragedy.

Complimenti vivissimi ai Duality per Dual Aggression Seed,
un lotto di canzoni che avrebbero potuto essere scritte da una formazione di
buon livello internazionale. L’augurio è che questi ragazzi possano continuare
su questa strada.

Stefano Risso

Tracklist:

  1. Immaterial (mp3)
  2. Fragments Of Sadness (sample)
  3. Motions (sample)
  4. Inner Thoughts (sample)
  5. Lasting Insanity (sample)
  6. Dawn Of Tragedy (mp3)

Ultimi album di Duality

Band: Duality
Genere: Death 
Anno: 2016
78