Recensione: Impius Viam

Di Alessandro Marrone - 20 Ottobre 2020 - 6:00
Impius Viam
82

Di tanto in tanto, nell’infinito oceano di proposte che è Internet, salta fuori qualcosa di buono. Quando si è molto fortunati si scopre una band o un disco che porteremo con noi più a lungo di quanto avremmo sperato e poi ci sono quelle rarissime occasioni in cui le stelle e i pianeti sembrano essersi allineati, dando vita a qualcosa che sa di grandioso, sin dalle prime e tenebrose note. È questo il caso degli svedesi Night Crowned, al debutto con il primo full-lenght intitolato Impius Viam. C’è da dire che il quartetto non è proprio composto da novellini, infatti si parla di volti noti a Dead By April e Dark Funeral, giusto per citare due nomi al volo, ma più propriamente sono figure molto attive nell’underground black metal e uniti per creare un album di black melodico che non sentivamo dai tempi dei Dissection.

Non storcete il naso, sono consapevole che si tratti di un paragone azzardato, soprattutto parlando di un disco di debutto, ma le atmosfere create sin dai primi minuti e soprattutto con la maestosa Reborn mettono in chiaro che questo non sia “soltanto” un ottimo album, ma un fantastico punto di partenza per un’eredità prematuramente interrotta, non solo con il suicidio di Jon Nodtveidt, ma con un genere che stenta sempre a convincere quando si trova a mescolare la furia del black metal con la ruvidità del death metal. Con Impius Viam non c’è nessun passo falso, ma un lavoro eccezionale dall’inizio alla fine, articolato attraverso 12 tracce che alternano intermezzi atmosferici che altro non fanno che dar modo di processare quanto di grandioso appena ascoltato, appena in tempo per farsi investire da un nuovo attacco sonoro a base di ritmiche serrate e costruzioni mai scontate. Un debutto che profuma di bei tempi, con una produzione che ne valorizza la sezione ritmica e quella voglia di misticismo lasciata trasparire da un quartetto che deve assolutamente essere nel vostro radar.

Ultimi album di Night Crowned

Genere: Black  Death 
Anno: 2020
82
Genere: Black 
Anno: 2020
75