Recensione: Northern Rage

Di Matteo Lavazza - 18 Luglio 2004 - 0:00
Northern Rage
Etichetta:
Genere:
Anno:2004
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
70

Secondo full lenght per i tedeschi Stormwarrior, strenui difensori del più canonico Metal made in Germany, e questo nuovo “Northern Rage”, che sul suo sito la band dedica alla memoria del compianto Quorthon, non fa certo eccezione.
Dopo la solita intro di rito il cd parte subito in quarta con “Heroic Deathe”, canzone in pieno stile Helloween periodo Mini Lp e “Walls of Jerico”, così come sulla stessa falsariga si muove un po’ tutto il lavoro, che però riesce ad avere anche quel pizzico di personalità che fa sì che il tutto non scada nel plagio più totale, e canzoni come “Valhalla”, veloce e potente, con un ritornello di quelli che si stampano in maniera indelebile nel cervello, “Welcome Thy Rite””, altro brano che non lesina potenza e velocità, con un ottimo lavoro della coppia di chitarre Ramcke/Wickorez, “Odinn’s Warriors”, un brano che riprende atmosfere più vicine ad un certo Metal classico inglese che tedesco, con un occhio di riguardo per certe melodie care ai Saxon, “To Foreign Shores”, altro pezzo in cui la band mette in luce delle idee a livello melodico davvero molto belle, e la conclusiva “Lindisfarne”, cavalcata terzinata davvero coinvolgente, condita da un ritornello davvero magnifico.
I suoni sono molto ben fatti, potenti e puliti al punto giusto, peccato solo che la produzione e il miraggio affidati a sua maestà Kai Hansen contribuiscano in maniera molto pesante ad aumentare la sensazione di dejà-vu che da il disco, rimandando inevitabilmente la mente, come ho già scritto prima, ai primi Helloween.
Tecnicamente la band è decisamente preparata, soprattutto la coppia di chitarristi è davvero molto buona, l’unico neo è rappresentato a mio parere dal batterista, che di sicuro è molto preciso, ma è altrettanto poco fantasioso, le sue parti infatti sono sempre piuttosto banali e scontate.
In definitiva posso solo dire che a mio parere questo “Northern Rage” sia un buon disco, di certo senza grosse pretese, ma che riesce comunque a far passare un oretta in compagnia di buone canzoni, se un giorno il gruppo riuscirà a staccarsi maggiormente da influenze in certi casi davvero troppo marcate per seguire una via più personale credo che potranno dare buone soddisfazioni, al momento sono piacevoli e potenti, niente di più niente di meno, per me non è una cosa da poco.

Ultimi album di Stormwarrior

Genere:
Anno:2008
85
Genere:
Anno:2004
70
Genere:
Anno:2002
80