Recensione: Thunder & Steele

Di Stefano Ricetti - 27 Gennaio 2014 - 11:00
Thunder & Steele
Etichetta:
Genere:
Anno:2014
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
77

Si scrive Stormwarrior e si legge fragore! Il combo fondato dal cantante e chitarrista Lars Ramcke nel 1998 in quel del Nord della Germania, per lo scriba, incarnava, soprattutto dopo il rilascio del devastante Ep Heavy Metal Fire del 2004, l’autentico manifesto dell’HM teutonico duro, puro e pieno, dotato delle stimmate per poter succedere, con successo, ai patriarchi del Metallo tradizionale, senza che la discendenza facesse sfigurare quanto seminato nei decenni precedenti.

Qualche album non proprio all’altezza delle aspettative, seppur di livello dignitoso, sia ben chiaro, ma soprattutto il fatto di voler rappresentare la risposta vitaminizzata più credibile di Cermania ai vicini Helloween ha contribuito a riportare il combo di stanza ad Amburgo su binari meno scintillanti. Sfumata l’opportunità di concorrere alla Premier League dell’Acciaio mondiale a così pochi anni dalla costituzione, la corazzata Stormwarrior si è comunque cavata fior di soddisfazioni: tour con Iron Savior, Gamma Ray e la presenza all’interno di bill di raduni quali Wacken Open Air, Bloodstock (UK), Manowar’s Magic Circle Festival, Earthshaker, Sweden Rock, Masters Of Rock, ProgPower USA, Bang Your Head e Hamburg Metal Dayz.      

Questo quinto sigillo, oggetto della recensione, porta in dote dieci episodi, ognuno dei quali potrebbe rappresentare il titolo urlato di un album da tanto suona altisonante. Un festival del cliché degno dei Manowar tutti pelle di pecora e pettorali al vento, dei bei tempi che furono. Basta scorrere, leggendo in sequenza, i pezzi uno dopo l’altro per ritrovarsi idealmente nel Valhalla più incontaminato ove fede, onore e lealtà non ammettono variazioni al tema: Thunder & Steele, Metal Avenger, Sacred Blade,  Ironborn, Steelcrusader, Fyres In The Nighte, Die By The Hammer, Child Of Fyre, One Will Survive per chiudere con Servants of Metal.

Le danze, o per meglio dire le mazzuolate nello stomaco iniziano sulle bordate di Thunder & Steele, pezzo anthemico, velocissimo e in doppia cassa martellante che, giustamente inquadra appieno lo spirito del disco tutto. Il suono è ultrapieno, i minimi buchi vengono riempiti alla bisogna dai cori “Oooooohhhhh” di turno e quello che rimane viene ripetutamente violentato da aguzzini forniti di strumenti musicali, tutti pard del buon Lars Ramcke, rispondenti ai nomi di Alex Guth (chitarra), Yenz Leonhardt (basso e voce) e Jörg Uken (batteria).
   
Metal Avenger, Sacred Blade e Ironborn sono colate di acciaio prussiano assolutamente in linea con la title track. Finalmente in Steelcrusader gli Stormwarrior si dissociano un poco dalle trame Powerhamburger, virando verso un impianto heavy metal di matrice classica, con risultati apprezzabili, tanto che risulta lecito chiedersi il perché insistano tanto nello scimmiottare, iperamplificandola, la lezione di Helloween, Gamma Ray e, solo a tratti, Running Wild/Grave Digger.     

Fyres In The Nighte segna il climax epico dell’intero disco, seppur mantenendosi sempre su velocità da ritiro patente, seguita a ruota dalla tamarrissima Die By The Hammer. Rallentamento dei ritmi e, manco a dirlo, felice sterzata in Child of Fyre, stentorea quanto basta, a metà fra Manowar e Hammerfall. La calma, si fa per dire, viene interrotta dall’integerrima One Will Survive e l’album si chiude, all’insegna dell’ortodossia Stormwarrior, sui cinque minuti scarsi di Servants of Metal, ulteriore inno borchiato urlato al cielo.
 
Esagerato, metallicamente strabordante, oltremodo sopra le righe, l’album porta ancor più in su l’asticella della classica proposta Stormwarrior degli ultimi anni, offrendo su di un piatto d’argento ulteriori motivazioni ai detrattori, ma altresì fidelizzando i die hard fan di certo metallo bombastico, fottutamente coerente.    

Thunder&Steele: disco acciaiosamente copioso. HAIL!

Stefano “Steven Rich” Ricetti  
 

Discutine sul forum nella sezione dedicata!

 

 

 

Ultimi album di Stormwarrior

Genere:
Anno:2008
85
Genere:
Anno:2004
70
Genere:
Anno:2002
80