Metallica: Lars Ulrich parla del suo stile di batteria, "Non mi ha mai interessato la tecnica"

inserito da
Metallica: Lars Ulrich parla del suo stile di batteria, "Non mi ha mai interessato la tecnica"

In una recente intervista svolta in occasione del Polar Music Prize, al batterista dei Metallica, Lars Ulrich, è stato chiesto di descrivere il suo "assolutamente unico stile di batteria".
Questa la sua risposta:

Per me la prima cosa che conta è la canzone e la band.
La batteria, o la chitarra, o quello che vuoi, sono solo una parte dell'immagine complessiva.
Quello che devi fare quando sei un musicista è mettere da parte il tuo ego e fare ciò che è meglio per la canzone, per la musica, per il sound in generale.

Discutendo specificamente di tecniche di batteria ha aggiunto:

Non mi ha mai interessato la tecnica, "Oh, wow! Questo tizio è bravissimo!", sì, è bravissimo, ma questo non vuol dire che riesca a funzionare bene insieme ad altre persone.

Per quanto io sia cresciuto con Ian Paice dei Deep Purple, che ovviamente è molto bravo, ho sempre amato anche gente come Phil Rudd [AC/DC] e Charlie Watts [The Rolling Stones], che sono capaci, certo, ma forse qualche purista non li considera molto perché non sono molto tecnici.
Ma secondo me hanno un tipo diverso di abilità che per me è ugualmente importante e di valore, fanno funzionare il pezzo, ci mettono la solidità che serve.

Ho sempre visto la batteria con uno strumento di gruppo.
Non mi ha mai interessato suonarla per conto mio, sai, mettermi in sala prove, suonare assoli per ore, non fa per me.
Essere in una band, scrivere canzoni, registrare album, fare parte del gruppo, della band, questo è quello che mi ha sempre affascinato.