Recensione: Hall of the Mountain King(remaster)

inserito da

Magico, epico, possente?semplicemente fantastico!!
"Hall of the Mountain King" è un album eccezionale: il sound proposto è a metà strada (grosso modo) tra l'epicità di "Sirens", la potenza di "Power of the Night" e le spettacolari melodie di "Fight for the Rock".
In questo disco i Savatage sfoderano una straordinaria maturità compositiva e tecnica che permette loro di scrivere canzoni bellissime che al giorno d'oggi risultano ancora inscalfibili.

Diciamo che l'album non vive mai momenti di stanchezza o di noia, ed anche nei brani più cadenzati (ad esempio "Legions") ci pensa la tanto grintosa quanto versatile voce di Jon Oliva a entusiasmare l'ascoltatore con le sue prodezze vocali.
Possiamo dire che ogni canzone dell'album bene o male è intrisa di quegli elementi di cui sopra: una tostissima potenza metallica (di stampo genuinamente americano), sottili melodie sorprendenti ed un'eccezionale carica epica; il meglio si ha proprio con la titletrack (introdotta dall'oscura "Prelude to Madness") dove il riffing di quell'ottimo axeman che era il compianto Criss Oliva si infrangeva contro una sezione ritmica davvero possente e l'eccezionale interpretazione di Jon Oliva.
Il risultato è un album-capolavoro, un vero must per gli appassionati del genere.

Come ultima annotazione, vorrei far presente che anche di questo album è disponibile la ristampa della SPV che, come al solito, offre linear notes (concernenti la storia della band in quel periodo), foto inedite e le consuere due bonus live: "Hall of the Mountain King" (mastodontica dal vivo) e "Devastation" (ancora più coinvolgente dal vivo).

01) 24 hrs. ago
02) Beyond the Doors of the Dark
03) Legions
04) Strange Wings
05) Prelude to Madness
06) Hall of the Mountain King
07) The price you Pay
08) White Witch
09) Last Dawn
10) Devastation

(live bonus-tracks della ristampa SPV)
11) Hall of the Mountain King
12) Devastation

 
88