Hard Rock

Don Dokken: ‘almeno un musicista in ogni band con cui ho parlato di recente ha preso il Covid’

Di Orso Comellini - 26 Gennaio 2021 - 10:49
Don Dokken: ‘almeno un musicista in ogni band con cui ho parlato di recente ha preso il Covid’

In una recente intervista con la dottoressa Anne Rimoin, Don Dokken ha parlato di Covid, vaccini e sul ritorno dei concerti. In riferimento al tipo di risposta che l’America ha dato alla pandemia, ha detto:

Pessimo tempismo per il cambio di governo. Il nuovo presidente si sta insediando e il precedente presidente, che è un pallone gonfiato, se ne sta andando. Per il Covid, però, il tempismo è pessimo. Da parte mia, come musicista, non conosco nessuno con cui abbia parlato negli ultimi quattro mesi che non abbia nella band almeno un caso di Covid. Nessuno. E così le rispettive mogli. Un paio di loro mi hanno detto che è stato terribile. Sono andati all’ospedale ma li hanno respinti. Questo è successo in Svezia. Gli hanno dato una bombola d’ossigeno, dato ce non riuscivano a respirare, e gli hanno detto di andare a casa. Comunque i sintomi sono differenti da persona a persona, sembrerebbe. Un amico mi ha detto che gli è sembrato come avere un elefante sul torace. Che per tre settimane non è riuscito a respirare correttamente. E questo ragazzo gioca a hockey sul ghiaccio. E’ in forma e suona la batteria. Un altro amico che suona il basso mi ha detto che ha avuto forte mal di testa per tutto il tempo. Che si sentiva svuotato di tutte e forze. Il massimo che poteva fare era stare seduto sul divano, perché faceva fatica ad alzarsi. Per cui non riusciva a fare altro. Sembra proprio che il Covid colpisca in modo diverso. Poi senti quelle orribili storie tristi, da lacrime agli occhi, tipo di quella diciottenne in perfetta salute che la scorsa settimana ha preso il Covid ed è morta in tre giorni. Non aveva altre malattie. Diciott’anni, in forma, pronta a vivere la propria vita – andata. Quando vedo tutte quelle persone in TV negli ospedali in condizioni critiche, sul punto di esalare l’ultimo respiro, e sono morbosamente obese e con il diabete, mi viene da pensare che il loro sistema era comunque compromesso. Che se non fosse stato per il Covid sarebbero morti comunque di altro. Per me è piuttosto frustrante e mi viene da pensare: “che ne dici di rimetterti in salute, prendere la torta al cioccolato e buttarla?”. Ogni persona che ho visto in TV morente non era in salute. Non erano vigili del fuoco, non erano bodybuilder… Erano in pessima forma. Diabetici, il cuore stava cedendo, il fegato… ed erano sui 40 anni.