Death

Intervista Reverendo David Ingram (Benediction)

Di Michele Savoldi - 5 Ottobre 2020 - 9:00
Intervista Reverendo David Ingram (Benediction)

Intervista realizzata da Mickey E.Vil (Radio Onda D’Urto FM, The Mugshots).

ENGLISH VERSION HERE

Ciao caro David! Qual è la tua percezione di questi giorni bizzari di emergenza sanitaria?

Come va? Sì, quest’anno è stato parecchio caotico finora. Per me è iniziato con delle visite ospedaliere e la sostituzione dell’anca poi, mentre ero in fase di riabilitazione, è iniziata la pandemia. Credo che qualche nazione abbia accelerato i tempi trattandola molto seriamente (un esempio, la Danimarca) ma molte altre no, il che ha fatto sì che il virus e il lockdown durassero più a lungo. Speriamo in un vaccino per tornare presto alla normalità.

Cosa hai provato nel riunirti ai Benediction dopo tutti questi anni?

E’ stato fantastico, davvero. Siamo immediatamente tornati alla fase del vecchio umore dei primi tempi. I primi 6 mesi (pre-quarantena) sono stati abbastanza impegnativi per noi, non solo perchè lavoravamo al nuovo album – scrivendo e registrando – ma anche per i concerti pienificati. Ma il 2020 ha presto messo in chiaro che sarebbe stato un anno duro e tutto si è fermato.

Scriptures: cosa possono aspettarsi i fan dall’attesissimo ritorno dei Benediction? Io sento delle buone vibrazione Old School trasmesse da una produzione dannatamente potente e moderna!

E’ decisamente Death Metal vecchia scuola, di sicuro. Voglio dire…potrebbero mai i Benediction creare qualcosa di diverso? Molte idee sono state veicolate nel processo compositivo da chiunque fosse coinvolto, abbiamo rivisto quello che avevamo e applicato i cambiamenti necessari per creare la miglior atmosfera che avevamo in mente. La produzione doveva essere precisa, ecco quello che ci ha esattamente fornito Scott Atkins. Completa precisione.

Quali argomenti sono stati toccati nei testi del disco?

Una vasta gamma di argomenti in effetti, incluso il Satanismo, la malattia fisica e mentale, i film Horror, i Licantropi solo per menzionarne alcuni…c’è abbastanza per soddisfare tutti i fan della vecchia guardia.

Dicci qualcosa del fantastico artwork di Simon Harris e dei formati fisici di Scriptures. I fan dei primi tempi e le nuove generazioni dovrebbero esserne felici, in questa strana epoca digitale!

Non sono troppo sicuro dei formati che saranno disponibili, sebbene io sappia che ci saranno CD e vinili e presumibilmente il download digitale se uno lo desidera. L’artwork è bellissimo, l’abbiamo amato sin dal primo momento che l’abbiamo visto. Abbiamo comunicato qualche idea a Simon per apportare qualche piccola modifica qua e là ed è risultato davvero perfetto per noi. Da esso è giunta la sensazione emozionale ideale. Ecco una cosa che forse non saprete: Simon Harris suonava il basso nei Benediction. E’ stato per un breve periodo ma ha fatto il tour europeo con noi nel 1992, insieme ai Bolt Thrower.

Cosa è stato MEGLIO e cosa PEGGIO dell’essere in una leggendaria band Death Metal nei gloriosi anni Novanta?

Se qualcuno si lamenta di una cosa simile o addirittura aggiunge “L’ho odiato perchè…” rispondigli che gli si dovrebbe ritirare la tessera da metallaro! Non c’è stato NULLA di negativo nell’essere in una band Death Metal negli anni Novanta. Era puro divertimento e pre-Internet…dunque dovevi davvero uscire e sporcarti le mani lavorando. Gli anni Novanta sono stati decisamente gloriosi. E riguardo l’essere considerati “leggende”…ok, va bene.

Quali sono i tuoi ricordi dei giorni coi grandi Bolt Thrower?

Ho molti grandi e splendidi ricordi dei miei 6 anni circa di appartenenza a quella band, li porterò sempre con me. Infatti sono troppi per elencarli. E’ abbastanza dire che è stato un assoluto onore essere in grado di far parte di quella fenomenale macchina da guerra. Sono stato un fan scatenato sin dalle loro prime uscite, dunque essere il frontman della band è stato un sogno divenuto realtà.

Cosa ci racconti della tua rinomata attività radio, con Metal Breakfast Radio e Lambert’s Basement?

Beh, Lambert’s Basement è al momento fermo da tempo ma i vecchi show sono disponibili per l’ascolto all’indirizzo www.RadioFreeSatan.com – ricordatevi che è una trasmissione dedicata alle Big Band Jazz, dunque forse non nelle corde di ogni metallaro. L’altro mio show, Metal Breakfast Radio, va ancora forte dopo 12 anni e mezzo, sebbene in modo un po’ limitato (è molto sporadico, specialmente in tempi di Corona). La trasmissione è abbastanza diversa dalle altre dedicate al Meta. Ascoltiamo nuova musica e la valutiamo mentre la trasmettiamo. Se non ci piace viene sterminata e fatta a pezzi. E’ un po’ come il Gong Show, solo con il coinvolgimento di più alcool. Può essere cattivo ma è divertente. Inoltre si può scaricare gratis! Vi farò un elenco di link alla fine dell’intervista, nel caso la gente fosse interessata.

Com’è la vita di un Prete della Chiesa Di Satana appena nominato? Ciò influenzerà la tua musica?

Sono membro della Chiesa Di Satana da 12 anni. Qualche anno fa sono stato nominato Mago. Più di recente mi hanno elevato ancora una volta, al ruolo di Prete. Il mio titolo ora è Reverendo David Ingram. Ricevere questa onorificenza è stato un momento di cui vado fiero e i miei occhi si sono un po’ annebbiati. Ma non influenzerà la mia musica in nessun modo, né i Benediction, né le altre mie band e progetti. Voglio dire, perchè dovrebbe?

Che messaggio e saluto manderesti ai fan italiani?

Rimanete fedeli alla scena e la scena rimarrà fedele a voi. E ad ognuno di voi: STAY SAFE! Non dimenticate di dare un’occhiata alle mie altre band e agli show radiofonici ai seguenti link:
www.facebook.com/DownAmongTheDeadMen
www.facebook.com/MetalBreakfastRadio
www.facebook.com/DaveIngramOfficial
www.facebook.com/LambertsBasement
www.facebook.com/HellfrostAndFire
www.facebook.com/EchelonOfficial
www.facebook.com/UrsinneBand
www.facebook.com/Troikadon
www.metalbreakfastradio.com
www.RadioFreeSatan.com
www.darksentinel.dk
Twitter/Instagram: @MetalBreakfast
Ci sarà ancora mia musica in uscita nel 2021 con le uscite di Hellfrost And Fire, Echelon e Ursinne. Oh, e naturalmente………Hail Satan!