Recensione: A Predator’s Portrait

Di Alessandro Di Clemente - 8 Ottobre 2002 - 0:00
A Predator’s Portrait
Band: Soilwork
Etichetta:
Genere:
Anno: 2001
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
80

Anno 2001 e Peter Wichers, Bjorn “Speed” Strid, Henry Ranta, Ola Frenning, Ola Flink e Carlos Holmberg partoriscono l’album della svolta: A Predator’s Portrait.
Dico album della svolta perché, come altre bands in questo periodo, anche i nostri decidono di sperimentare alcune nuove soluzioni melodiche all’interno delle loro composizioni, come ad esempio l’utilizzo di una voce cantata nel ritornello e non le solite screaming vocals; contrariamente a molti loro colleghi, pero’, i Soilwork, grazie anche al loro gusto musicale, risultano sempre coerenti nelle loro composizioni, mai banali e soprattutto non sembrano commercializzarsi, certo le canzoni diventano più accessibili, ma quest’utilizzo di maggiore melodia non sembra forzato, il ritornello cantato non è piazzato lì nella canzone senza senso, tutt’altro se si vanno ad analizzare bene le composizioni si può avvertire una sorta di ritmo: intro di chitarre che preludono ad una strofa spesso veloce e violenta passando ad un pre molto atmosferico per poi sfociare in un ritornello cantato in cui i nostri raggiungono il climax emozionale, esempio lampante: Grand Failure Anthem, a mia opinione la migliore del lotto.
Un’ottimo lavoro per i nostri svedesi, quasi al livello del successivo Natural Born Chaos, in cui non vi è praticamente nessuna canzone sotto tono ma ve ne sono un paio più ispirate di altre: oltre alla già citata Grand Failure Anthem (che presenta un interludio centrale da brividi, con un gran lavoro di chitarra), Structure Divine con un ritornello corale mistico e Needlefeast che è semplicemente una favolosa canzone.
Questo è il preludio a ciò a cui ci abitueranno, un album da avere per una band che di diritto è rappresentativa della nuova scena Death Metal scandinava.

Tracklist:

1. Bastard Chain
2. Like the Average Stalker
3. Needlefeast
4. Neurotica Rampage
5. The Analyst
6. Grand Failure Anthem
7. Structure Divine
8. Shadowchild
9. Final Fatal Force
10. A Predator’s Portrait
11. Asylum Dance

Ultimi album di Soilwork

Band: Soilwork
Genere: Death 
Anno: 2019
80
Band: Soilwork
Genere: Death 
Anno: 2015
81
Band: Soilwork
Genere:
Anno: 2005
75
Band: Soilwork
Genere:
Anno: 2003
88