Recensione: Ashes To Ashes – Live [DVD + CD]

Di Angelo D'Acunto - 15 Maggio 2010 - 0:00
Ashes To Ashes – Live [DVD + CD]
Band: Candlemass
Etichetta:
Genere:
Anno:2010
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
85

Venticinque anni di carriera sono tanti, e anche piuttosto importanti se contiamo che una band come i Candlemass ha dato praticamente vita a un genere (il doom metal moderno, per l’appunto). Quale modo migliore per festeggiarli se non quello di pubblicare un bel DVD? Già, anche perché Ashes To Ashes il suo motivo di esistere ce l’ha eccome, e non solo quello dell’autocelebrazione di un gruppo storico come questo, ma anche quello di mettere in mano al pubblico un live album che vede la presenza di quel Robert Lowe tanto criticato agli inizi (erano ancora i tempi della pubblicazione di King Of The Grey Islands) e, finalmente, acclamato come si deve anche dai fan più scettici, più una ricchezza di contenuti veramente degna di nota, vista la presenza delle registrazioni di ben due show.

Un bel modo per far apprezzare, soprattutto a chi non ha ancora avuto modo di vederla all’opera dal vivo, una formazione che, con l’ingresso di Lowe, non ha fatto altro che guadagnarci. Difatti, senza nulla togliere al buon Messiah Marcolin, i Candlemass odierni hanno la fortuna di ritrovarsi con un cantante che, pur non essendo un frontman “pirotecnico” ai livelli del precedente, è riuscito a fornire ottime prove in studio e, per quanto riguarda i live show e soprattutto sui pezzi più datati, dimostra una classe e una bravura già messa ottimamente in risalto con tutti i lavori dei Solitude Aeturnus. Ma non solo questo, Lowe dal punto di vista scenico ha anche un modo di porsi che potremmo definire come teatrale, non salta da un lato all’altro del palco come faceva Marcolin, bensì si muove lentamente, anche con una certa eleganza, senza comunque evitare i dialoghi con il pubblico e deliziando gli spettatori con una serie di espressioni degne di un attore da film horror. A supporto, come dimostra già solo il primo live a disposizione (registrato nel corso dello Sweden Rock Festival del 2009) c’è una band che, praticamente, non sbaglia nemmeno un colpo. Certo, forse l’effetto scenico (sempre riferendoci al primo live) ne risente un po’ a causa di una esibizione che si svolge alla luce del giorno, ma per il resto i punti a sfavore sono veramente ben pochi, forse anche del tutto assenti. Ottima anche la resa audio/video, e non da meno una setlist che si concentra forse sul meglio che possano offrire al giorno d’oggi Leif Edling e soci, a partire dall’incipit affidato ad una Dark Are The Veils Of Death che non si veniva suonata da un bel po’ di tempo, passando per le immancabili Samarithan (da pelle d’oca, come al solito, le parti vocali di Robert), At The Gallows End, Solitude, una A Sorcerer’s Pledge letteralmente da brividi, e fino ad arrivare alla sorpresa finale di Kill The King, celebre cover dei Rainbow riproposta in maniera impeccabile. In mezzo a tutto questo la band svedese non manca certo di guardare al presente (siamo nel pieno della promozione dell’ultimo Death Magic Doom, in fondo), e lo fa con pezzi del calibro di If I Ever Die, Hammer Of Doom, The Bleeding Barones, più la sola Emperor Of The Void a rappresentare il precedente King Of The Grey Islands. Forse ci sarebbe da segnalare l’esclusione di un qualunque estratto dall’omonimo disco (anche solo Black Dwarf, che comunque si è anche fatta sentire fino alla noia) e l’assenza in setlist del classico The Well Of Souls (anch’essa strasentita, alla fine dei conti), ma è veramente roba di poco conto quando ci si ritrova di fronte ad un prodotto di così alto livello.
Discorso un po’ diverso invece per quanto riguarda il secondo live a disposizione, registrato nell’ottobre del 2009 al Gagarin Club di Atene. In questo caso la qualità video non è certo ai livelli ultra-professionali del precedente, visto anche che si tratta di un locale di piccole dimensioni, mentre l’audio, pur difendendosi piuttosto bene, a volte lascia spazio a qualche sbavatura (soprattutto sul microfono di Lowe). Errori assolutamente non esecutivi, ma piuttosto di natura più “tecnica”, i quali non subiscono quei “ritocchi” in studio che siamo abituati a vedere spesso sui prodotti di questo tipo. Per quanto riguarda i brani a disposizione, oltre a quelli già presenti sul live dello Sweden Rock, in questo caso ci ritroviamo una apertura affidata a Mirror Mirror (anticipata dall’intro Marche Funebre), un altro estratto da Death Magic Doom (Demon Of The Deep), Man Of Shadows (da King Of The Grey Islands) e, forse fra le più importanti, Demons Gate (assente in scaletta da fin troppi anni) ed una Tears mai suonata dal vivo fino ad ora e che, ci fosse veramente il bisogno di sottolinearlo, ci mette di fronte all’ennesima prestazione d’applausi di un Robert Lowe assolutamente impeccabile.

A completare il tutto le gallerie fotografiche di entrambi gli show e un’intervista di ben trenta minuti con protagonisti Leif e Robert. Inoltre, chi acquisterà l’edizione limitata in digipack, si ritroverà anche in possesso di un bonus CD contenente l’audio del live allo Sweden Rock. Menzione finale per il prezzo, decisamente basso rispetto alla media dei prodotti in versione DVD, che ammonta a circa venti euro (se acquistato sul sito ufficiale della Nuclear Blast).

Angelo ‘KK’ D’Acunto

Discutine sul forum nel topic relativo

Tracklist:

Ashes To Ashes Live – Sweden Rock Festival:

01 Dark Are The Veils Of Death
02 Samarithan
03 If I Ever Die
04 Hammer Of Doom
05 At The Gallows End
06 Emperor Of The Void
07 The Bleeding Baroness
08 A Sorcerer’s Pledge
09 Solitude
10 Kill The King (Rainbow Cover)

No Sleep ‘til Athens – Club Gagarin Athens:

01 Mirror Mirror
02 Samarithan
03 At The Gallows End
04 If I Ever Die
05 Hammer Of Doom
06 Dark Are The Veils Of Death
07 Demons Gate
08 Emperor Of The Void
09 Man Of Shadows
10 The Bleeding Baroness
11 Tears
12 A Sorcerer’s Pledge
13 Demon Of The Deep
14 Solitude

Ultimi album di Candlemass

Band: Candlemass
Genere: Doom 
Anno:1992
80
Band: Candlemass
Genere: Doom 
Anno:2018
78
Band: Candlemass
Genere: Doom 
Anno:2016
78