Recensione: Knights of Metal

Di LeatherKnight - 31 Luglio 2003 - 0:00
Knights of Metal
Band: Wyzard
Etichetta:
Genere:
Anno:2003
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
71

Dopo quasi venti anni dalla sua undergroundissima uscita, ritorna sugli scaffali il mini dei texani Wyzard, solo in formato cd, con addirittura l’aggiunta di una bonus track (fin’ora inedita). Quale migliore occasione, dunque, per riportare (seppur brevemente) alla ribalta una piccola, eternamente lucente, costellazione del firmamento dell’Heavy più misconosciuto?

In questa pagina ci limiteremo per lo più a commentare “Knights of Metal”, ma un paio di informazioni sulla loro attività sono d’obbligo. Tanto, come al solito, non è che si sa chissà quanto sul loro conto…
Di sicuro c’è che i Wyzard furono fondati nei primi anni 80 dal chitarrista Micheal Angelo Venenzuela a San Antonio (Texas). Ispirati dai maggiori acts a livello internazionale e dalla dinamica scena texana dell’epoca (mostri sacri quali WatchTower, Rotting Corpse, Juggernaut, S.A. Slayer, Militia, Valkyrie e molti altri), 4 giovani amici diedero inizio alla loro, tutto sommato, breve avventura in campo musicale. Dopo ripetute esibizioni dal vivo, i nostri eroi arrivarono infine a pubblicare prima un mlp chiamato “Future Nights” (con copertina leggermente differente; manca quella “ombra nera” a sinistra), successivamente ripubblicato sotto il nome “Knights of Metal”. In entrambe le releases la tracklist è identica. A parte quel dettaglio della copertina, l’unica differenza tra le due edizioni sono circa duecento/trecento dollari di disavanzo tra la prima stampa e la seconda (normalmente valutata sui 400 dollari).

I meno ambiziosi di noi quindi si potranno “accontentare” di questa ristampa -di gran lunga più economica-, che ci permette di godere al 100% questa speciale leggenda underground, fatta di martellante metallo di matrice principalmente priestiana ed inequivocabili atmosfere epiche ed assolutamente magiche. Sebbene con inevitabili differenze stilistiche, i Wyzard si trovano sulla stessa linea d’onda dei conterranei Oblivion Knight (ancora attivi!), Rex Inferi, Witchkiller, gli inarrivabili Omen, Elixir ecc… : heavy metal classico con fortissime venature epiche. Insomma, una meraviglia da KULTO!

Il materiale proposto non è niente male. Nel suo approccio è molto tradizionale. Come è tradizione, i veri pilastri del gruppo sono il chitarrista (veramente bravo) ed il cantante (Gilbert Grant, ce ne fossero di “epic screamers” così in giro…). Questo mini viaggia allora sul filo dell’ineffabile potenza evocativa da una parte, e sulla buona media qualitativa dei pezzi dall’altra. Il momento decisamente più interessante lo troviamo nella sognante “Crystal City”, grandemente impreziosita dal dinamismo ritmico e da una prestazione over the top del già citato singer. “Breacking the Spell” è sulla media come tutti gli altri brani, però ha la particolarità di essere suonata con la formazione a cinque (infatti, dopo un po’ i Wyzard assoldarono un secondo chitarrista).

Insomma, “Knights..” è proprio un must per ogni maniaco dell’Epic più tradizionale e misconosciuto. Gli altri (nulla di offensivo, eh!) credo proprio che potrebbero iniziare con qualcosa di meno criptico e più pregiato.
Allora, Epic Metal Maniax, visto che adesso c’è la possibilità di entrare in possesso di questo disco a prezzo abbordabile, non fatevi sfuggire l’occasione..in fondo la ristampa è già uscita addirittura dal 4 Maggio 2003 e la Perris records (senza offesa) non credo proprio che sia al livello della Nuclear Blast in quanto a numero di tirature.

Un ultimo appunto: un paio di anni fa lessi un’intervista (che ancora ho..ma non so dove) a John Perez (chitarrista degli US Doom Metal Masters Solitude Aeternus), il quale affermava che sarebbe uscita per la sua Brain Ticket records una compilation con diverse bands della scena texana metà anni 80. Logicamente questa uscita è slittata di anni e, facendo gli scongiuri, può essere che non uscirà più (per la serie “se suoni doom non vai mai di fretta..hai tutta l’eternità per fare ciò che vuoi”). Comunque, drizzate le orecchie perché queste sono occasioni che si prendono al volo o…

Leopoldo “LeatherKnight” Puzielli

1) Future Nights
2) Renegade
3) Crystal City
4) Knights of Metal
5) Breacking the Spell (bonus track)

Ultimi album di Wyzard

Band: Wyzard
Genere:
Anno:2003
71