Recensione: The Awakening

Di Francesco Sgrò - 14 Luglio 2013 - 22:52
The Awakening
Band: Victorius
Etichetta:
Genere: Power 
Anno:2013
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
77

Potente e diretto questo “The Awkening“, seconda uscita partorita dai Power Metallers teutonici Victorius.
Avvalendosi dell’aiuto del sapiente Lars Rettkovitz, celebre ascia dei connazionali Freedom Call, qui in veste di produttore, i nostri sfornano un disco notevole, tipicamente in linea con gli stilemi del genere da loro rappresentato.
Un songwriting semplice è alla base di un’opera ultimata da una produzione efficace – anche se forse eccessivamente fredda – e da una copertina discretamente suggestiva.

Sebbene si tratti di un album tipicamente Power, nessuna intro atmosferica giungerà a cullare il fruitore per i primi istanti di musica, che anzi vengono subito squarciati dalla brutalità dell’opener “Age Of Tyranny“, composizione breve ma ben studiata, in cui il combo tedesco combina con successo una potenza sonora devastante, alla quale dona sollievo solo il buon refrain – molto melodico – per una partenza al fulmicotone.
“Starfire“ procede sulle medesime coordinate, mantenendo alto il buon nome del Power Metal  grazie ad un episodio in cui, questa volta, è la melodia ad emergere sulla potenza, come esplicato nell’eloquente chorus dal taglio curato ed orecchiabile.
Il trittico iniziale è concluso dalla furiosa title track che, non discostandosi molto dal sound delle precedenti tracce, sembra adagiarsi su velocità meno sostenute, riuscendo nel compito di non tradire le aspettative: complice anche una buona dose di melodia che permea ogni anfratto del brano.

Si resta su sentieri più cadenzati con la convincente “Lake Of Hope“, traccia massiccia ed imperniata sull’ottimo lavoro svolto dalle due chitarre, ideale sfondo al solito ritornello ben preparato prima che una serie di interessanti parti soliste concludano il fluire delle note.
I Victorius sembrano intenzionati a non tradire la fede del power metal e con “Under Burning Skies“ siglano un altro momento pregevole di questa seconda release.
La potenza diffusa dalla band teutonica prende il controllo definitivo dell’album con la cupa “Black Sun“, episodio che non concede respiro all’ascoltatore, successivamente soffocato dalla crudezza della maligna “Demon Legions“, traccia nella quale la componente melodica risulta in ogni caso sempre ottimamente in primo piano.

Con “Through The Dead Lands“, si torna su territori squisitamente Power, in cui melodia, potenza e tecnica, unite ad una notevole velocità d’esecuzione, danno vita ad un ottimo affresco musicale che avvia il lavoro alle battute finali, scandite dalla rabbiosa “Call For Resistance“, questa volta imperniata su sonorità più cupe e malinconiche.
Lo spirito guerresco degli Hammerfall emerge poi nella rasoiata di “Kings Reborn“, passaggio in cui le due asce macinano riff spietati, sorretti da un’ottima sezione ritmica.
L’ultima parola per questo capitolo discografico del quintetto è affidata alla piacevole “Metalheart“, diretta e di facile assimilazione a concludere ottimamente un album ben allestito e molto gradevole, che induce a garantire sicura promozione a pieni voti per il brillante gruppo tedesco.

Discutine sul forum nella sezione Power!

Ultimi album di Victorius

Band: Victorius
Genere: Power 
Anno:2014
50
Band: Victorius
Genere: Power 
Anno:2013
77