Recensione: The Life Inside

Di Onirica - 23 Ottobre 2004 - 0:00
The Life Inside
Etichetta:
Genere:
Anno:2004
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
70

 

Actor I Emiliano Germani – Voce 
Actor II
Gianluigi Farina – Tastiera
Actor III Simone Fiorletta – Chitarra
Actor IV Armando Pizzuti – Basso
Actor V Andrea Scala – Batteria

 

Archiviata con eccellenza la fase dimostrativa il gruppo progressivo italiano di Frosinone firma per l’etichetta scandinava Lion Music sfornando il primo album ufficiale della propria discografia, nuovo materiale per le forti dentiere della critica oggi esigente quanto mai. All’interno di un panorama come quello italiano dove decine di gruppi sgomitano per farsi notare chi riesce ad avere un contratto ha il sacrosanto dovere di mettere sulla famosa piazza delle promesse una release debutto con fiocchi e zero sbavature, obiettivo che in questo caso non sembra essere stato raggiunto al cento per cento. Sono fermamente convinto nell’affermare di non aver apprezzato nessuno dei brani che non fossero già presenti nella dimostrazione di forza del 2001 già recensita dal sottoscritto su questo portale, non a caso trovo di fondamentale importanza fare il paragone con la precedente incisione per sottolineare pregi e difetti di quella nuova. Estetica ed urto sonoro arricchiscono alla grande il risultato complessivo, la produzione è brillante ma la registrazione dei singoli strumenti assolutamente poco azzeccata mentre la voce del cantante si conferma ottima su qualsiasi scalino ma poco piacevole nelle scelte stilistiche e nel gusto. Rimprovero proprio la netta caduta di stile delle nuove canzoni registrate, un songwriting che sezionato si rivela fragile e quasi studiato a tavolino per tentare in ogni modo di impressionare gli ascoltatori con tutti gli accorgimenti adatti ad offrire il risultato opposto. La sezione ritmica è poco incisiva ed in alcuni casi persino poco chiara e fumosa, mentre chitarra e tastiera con difficoltà riescono a sostenere la pesante tradizione progressiva. Insomma come non denunciare la presenza di alti troppo alti e bassi troppo bassi, un contrasto di incoerenze che non può passare inosservato quello che separa la bellezza disarmante di tutti i brani già presenti sul demo resi in questa occasione sorprendenti nella resa sonora [perfettamente fluidi e scorrevoli, forti di buone parti soliste e degni di arrangiamenti come si deve] da autentiche rivelazioni di inefficacia come Hidden Truth o Masters Of Your Mask [la prima piacevole nell’introdurre un ritornello del tutto inaccettabile, la seconda inconcludente nonchè poco attraente]. Forse troppo acido nel mettere in bella mostra gli aspetti negativi di un giovane lavoro comunque validissimo, penso che adesso il gruppo possa dare una sistemata alle proprie idee e mettere in piedi un lavoro senza dubbio più coerente in grado di delineare la personalità definitiva e la direzione artistica di questi cinque abili musicisti italiani. Arriva il difficile.

Andrea’Onirica’Perdichizzi

TrackList:

01. Oceans
02. Hidden Truth
03. Masters Of Your Mask
04. Second Shadow
05. Adam’s Rib
06. The Divine Comedy
07. The Wisdow Of The Wise
08. Immortal Child
09. Into The Life pt.1

Ultimi album di Moonlight Comedy

Genere:
Anno:2007
75