Legion Of The Damned: Twan Fleuren si è tolto la vita

inserito da
Legion Of The Damned: Twan Fleuren si è tolto la vita

Twan Fleuren, il precedente bassista dei thrasher olandesi Legion Of The Damned, si è tolto la vita. Questo il comunicato apparso sul sito ufficiale della band; Twan era nella formazione della band quando ancora il monicker era Occult, n...

Twan Fleuren, il precedente bassista dei thrasher olandesi Legion Of The Damned, si è tolto la vita. Questo il comunicato apparso sul sito ufficiale della band; Twan era nella formazione della band quando ancora il monicker era Occult, nel 1998, al tempo del tour con gli Amon Amarth, i Morbid Angel e i Gorgoroth. Dopo le registrazioni dell'album "Rage To Revenge" (2001), aveva partecipato a due grandi tour, rispettivamente con i Dark Funeral (2001) e Exodus, Nuclear Assault ed Agent Steel (2003). Aveva inoltre partecipato alle sessioni di registrazione di "Elegy ForThe Weak" (2003), poi ridistribuito nel 2007 con il titolo "Feel The Blade" e nel processo compositivo di "Malevolent Rapture" (2004, distribuito nel 2006). Aveva anche partecipato al tour del 2006 che vedeva coinvolti Kataklysm e Cannibal Corpse. Aveva però dovuto abbandonare il tour, non ancora concluso, a causa delle condizioni di salute del figlio appena nato, ricoverato in ospedale e poco dopo giunse la decisione di uscire in maniera definitiva dalla band e dedicarsi alla famiglia.

Il vocalist Maurice Swinkels dei Legion Of The Damned commenta: "Twan è stato un grande amico; ci siamo persi di vista diversi anni, perché stava attraversando dei periodi difficili. Solo poche settimane fa, siamo tornati in contatto ed è stato come quei grandi momenti passati che alla fine ritornano. Persino Erik (Fleuren, batteria) si è unito a me mentre ci prendevamo una birra in terrazza con lui, poche settimane fa. Aveva anche espresso il desiderio di accompagnarci al With Full Force [festival] a luglio, e io non vedevo l'ora. Aveva mostrato molto interesse nei confronti del nostro nuovo chitarrista e per la separazione da Richard Ebisch".