Judas Priest: K.K. Downing, non dirò mai perché ho lasciato il gruppo

Di Lucia Cal - 17 Novembre 2011 - 11:46
Judas Priest: K.K. Downing, non dirò mai perché ho lasciato il gruppo

In una recente intervista rilasciata al Valley, K.K. Downing, precedente chitarrista dei Judas Priest, ha definito "imprecise" le dichiarazioni dei motivi che avrebbero portato l'artista a lasciare il gruppo. Uno di questi era che K.K. avrebbe voluto concentrarsi sui corsi di golf organizzati nella propria tenuta, e l'artista dichiara in merito alla sua decisione improvvisa di lasciare il gruppo: "Questo è il primo anno che non sono là fuori, con tutto il gruppo, dopo moltissimo tempo… molti più anni di quelli che possa ricordare. Credo siano circa una quarantina, quindi… è stata una lunga, fortunata carriera".

Downing continua: "Sono stato davvero fortunato, sono stato in grado di raggiungere tutti i miei obbiettivi. E' una vita grandiosa, in realtà, vivere facendo quello che avresti sempre voluto fare da ragazzino. Penso che sia una gran bella soddisfazione, oltre ovviamente al fatto di conoscere un sacco di persone.

C'erano una serie di circostante che mi hanno portato alla decisione di non partire con i JUDAS PRIEST quest'anno. Mi ero, come dire, già preparato a farlo, eppure ci sono stati svariati motivi per cui non l'ho fatto. Riconducibile più che altro al fatto che ci fossero dei dissidi riguardo i rapporti di lavoro.
E' come tutto il resto. Se qualcuno là fuori pensa che sia difficile convivere con una donna, dovrebbero provare a vivere con quattro ragazzi e far sì che le cose tra di loro funzionino" (Ride). "Alla fine va a finire così, ma ovviamente, essendoci una certa situazione, non ero completamente felice, nè per le condizioni che si erano create, nè per il modo in cui funzionava tutto quanto, sentivo che la cosa migliore era farmi da parte e così ho fatto
".

K.K. Downing inoltre confessa: "Ovviamente, molti fan, che io continuo ad amare, sono anche diventati dei buoni amici. Spero possano accettare che io non sia riuscito a continuare, per come mi sentivo allora, per ragioni che… insomma, certi motivi non li confiderò mai e poi mai. Sono stato estremamente fortunato, sono riuscito a fare tanti show, tour, dischi, uscire da tutto questo in salute e stando bene. Ma non ho veramente detto a nessuno le ragioni più intime che stanno dietro alla mia decisione di lasciare i JUDAS PRIEST".