Recensione: Requiem Of Revulsion – A Tribute To Carcass

Di Matteo Bovio - 10 Febbraio 2002 - 0:00
Requiem Of Revulsion – A Tribute To Carcass
Band: AA. VV.
Etichetta:
Genere:
Anno:2001
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
85

I Carcass sono uno dei gruppi storici, che ogni deathster che si rispetti deve assolutamente conoscere. Ma questo tributo è indirizzato principalmente ai fan della prima epoca, quindi si rivolge verso il periodo di massima intransigenza, durante il quale il combo inglese diede vita ad un genere: il grindcore. Ogni pezzo di questa raccolta è preso da uno dei primi tre album del gruppo, il che la dice lunga.

Trovo che questa compilation sia una delle uscite più interessanti di tutto il 2001, sia per il gruppo alla quale è indizzata, sia per gli ospiti che vi partecipano, sia per la sua realizzazione complessiva. La partenza non può che essere affidata alla cover di “Genital Grinder” (della quale troviamo due versioni) ad opera dei Regurgitate, indubbiamente uno dei gruppi che più in questi anni sta emergendo in ambito grind. E sempre per proseguire alla grande, troviamo i finnici Rotten Sound che si cimentano in “Reek Of Putrefaction”, tratta dal secondo album dei Carcass.

Questo era solo per darvi un’idea di cosa potete trovare nella compilation: intransigenza sonora vecchio stile, rivista da tutti i gruppi che oggi sorreggono questa scena di per sè molto underground. Sicuramente immancabile la prova dei Cattle Decapitation, che considero il gruppo che forse meglio riesce ad emulare lo spirito “carcassiano”. Ma la parte dei campioni questa volta spetta agli svedesi General Surgery, i quali propongono una versione di “Empathological Necroticism” che a me, non mi vergogno a dirlo, piace ancora più dell’originale.

Da segnalare necessariamente anche le prove dei Machetazo, dei Necrony e dei semi-sconosciuti Vulgar Pigeons. Ovviamente alcuni si discosteranno dai miei pareri, perchè in una compilation tributo, è inutile negarlo, un gruppo spesso emerge anche in rapporto al pezzo che propone: tuttavia mi sembra che questi gruppi siano quelli che più hanno saputo dare una propria interpretazione ai brani proposti.

Questo tributo è consigliato nella maniera più assoluta, anche a coloro che magari non apprezzavano tantissimo il primo periodo dei Carcass: molti dei brani sembrano infatti tutt’altra cosa, grazie ad un impatto maggiore dovuto a registrazioni più professionali (chi conosce “Reek Of Putrefaction” capirà cosa intendo…), ma anche grazie agli esecutori scelti per l’occasione. Avrete anche modo di conoscere alcuni gruppi che purtroppo non hanno molta fortuna sul mercato, ma che meritano in maniera inequivocabile.
Matteo Bovio

Tracklist
01. Regurgitate – “Genital Grinder”
02. Rotten Sound – “Reek Of Putrefaction”
03. Haemorrhage – “Pyosisified (Rotten To The Gore)”
04. Nasum – “Tools Of The Trade”
05. Cattle Decapitation – “Burnt To A Crisp”
06. Exhumed – “Exhume To Consume”
07. Disgorge – “Hepatic Tissue Fermentation”
08. Machetazo – “Suppuration”
09. General Surgery – “Empathological Necroticism”
10. Necrony – “Pungent Excruciation”
11. Impaled – “Carneous Cacoffiny”
12. Pig Destroyer – “Genital Grinder / Regurgitation Of Giblets”
13. Vulgar Pigeons – “Corporeal Jigsore Quandary”
14. Bodies Lay Broken – “Microwaved Uterogestation”
15. Engorged – “Swarming Vulgar Mass Of Infected Virulency”
16. Dead Infection – “Pungent Excruciation”
17. Avulsed – “Ambryonic Necropsy And Devourment”
18. Regurgitate – “Psychopathologist”

Ultimi album di AA. VV.