Recensione: World´s True Enemies

Di Gianluca Fontanesi - 28 Agosto 2020 - 8:30
World´s True Enemies
Etichetta:
Genere: Black 
Anno:2020
Nazione:
Scopri tutti i dettagli dell'album
65

I Devil City Cult vengono da Madrid e World’s True Enemies è un debutto più che soddisfacente. Il sound degli iberici è di chiara matrice scandinava e deriva da Watain e compagnia; nonostante non ci sia nulla di nuovo sotto il sole, i nostri offrono una buonissima padronanza della materia e il quarto d’ora proposto scorre in un batter d’occhio a suon di headbanging, riff riusciti e un’attitudine di fondo che rende la cattiveria della band non artefatta ma credibile. La sezione ritmica pesta il giusto e le chitarre macinano riff su riff; la voce è rigorosamente in scream e l’ammiccare sporadico al punk è un valore aggiunto che dà quella sporcizia che in una proposta del genere è sempre grasso che cola.World’s True Enemies per ora esiste solo in formato digitale e, nonostante il suo essere casereccio, ha comunque una produzione ben fatta e definita, in totale controtendenza con certi marciumi inascoltabili che tanto vanno di moda. La scelta infatti paga e contribuisce a dare un buon biglietto da visita alla band che, siamo certi, non faticherà a trovare un contratto e a uscire sul mercato con un full length che appare quasi necessario. Se amate il black metal senza troppi compromessi, orpelli e avete voglia di qualche minuto di sano macello, passate pure di qua, i Devil City Cult non vi deluderanno.

Ultimi album di Devil City Cult