Recensione: High Times – Live in Italy [CD + DVD]

Di Fabio Vellata - 25 Gennaio 2020 - 0:30
High Times – Live in Italy [CD + DVD]
81

Spesso un live album appare come un’uscita marginale, il corollario di una carriera che per definirsi davvero compiuta necessita di alcuni step fondamentali in discografia.
Una manciata di dischi in studio, l’immancabile raccolta di successi, ed infine, il live album celebrativo, compimento tangibile dello spessore di un artista catturato sulle assi del palco.

Un disco dal vivo ha sempre portato con se un po’ di pro e contro. Talora piacevoli, sono spesso da ritenersi superflui.
Possono tuttavia dimostrarsi reale valore aggiunto ad una collezione principalmente in due casi: quando il gruppo immortalato riveste un ruolo di rilievo tra le proprie preferenze e si ha il desiderio di poterne completare al massimo la conoscenza.
Oppure, quando il live in questione è in grado di proporsi come qualcosa di realmente unico e singolare. Magari un evento. Meglio ancora se rafforzato da un ricordo.

Ecco, caso raro, il live della Michael Thompson Band, intitolato “High Times – Live in Italy“, è probabilmente un misto di tutte queste cose. Considerandone i contorni ai confini della leggenda musicale tra gli appassionati di AOR, un pezzo pregiato per chiunque ne abbia apprezzato i pochi ma formidabili album.
Valutando poi l’eventuale unicità dell’offerta, un capitolo destinato a divenire quasi “storico” se si guarda al contesto in cui è stato registrato, oltre che ai suoi caratteri proprio di “evento” destinato a rimanere probabilmente unico e – temiamo – irripetibile.

Registrato nella cornice del Frontiers Festival del 2018, “High Times – Live in Italy” è, infatti, la testimonianza del primo ed unico concerto tenuto dal gruppo fondato dall’eccelso chitarrista statunitense in territorio europeo, uno dei pochissimi nella storia della formazione in senso assoluto.
L’ennesima delle tante circostanze di grandissimo livello prodotte negli anni da questo straordinario festival, mai come in quest’occasione scenario ideale per un’esibizione dai contorni prodigiosi e quasi onirici. La spaziale bravura di un maestro della sei corde come Michael Thompson a contorno di brani meravigliosi che eseguiti dal vivo, per una volta, hanno assunto un’aura di magia ancora più accentuata rispetto all’originale, regalando ai presenti un’esperienza memorabile. Di quelle che si raccontano, sottolineate dal proverbiale “io c’ero”.

Avevamo un ottimo ricordo dell’esibizione prodotta dal gruppo assemblato da Michael Thompson, ricordo confermato e reso ancor più vivido da questo disco dal vivo. Eccellente la voce di Larry King, su tutti, insieme a Thompson, il fulcro di una performance impeccabile.
Ascoltarlo su pezzi come “Give Love a Chance”, “High Times” e sulla conclusiva “More Than a Feeling” è – proprio come fu quella sera – un autentico piacere per le orecchie.

Spettacolare poi, come al solito, la resa audio e video concretizzata da Frontiers Music.
Un gioiello di perfezione che consente di ascoltare ed apprezzare tutte le sfumature dei brani cogliendone i dettagli, unite ad una sopraffina definizione dell’immagine.
Mai come in questo caso, insomma, un disco dal vivo tutt’altro che superfluo o marginale.
Unicità dell’evento, peculiarità delle proposta, bontà della musica e delle immagini offerte. C’è tutto per rendere “High Times, Live in Italy“, un’aggiunta ideale e significativa nella collezione di ogni amante del genere.

Se poi, in passato vi è accaduto di trovarvi a sognare sulle atmosfere descritte dai brani della Michael Thompson Band o, ancor di più, eravate presenti quella sera, i motivi sono destinati ad aumentare a dismisura, tanto da renderne l’acquisto decisamente prioritario.

 

 

Ultimi album di Michael Thompson Band